Ernst Wilhelm von Brücke

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ernst Wilhelm von Brücke

Ernst Wilhelm Ritter von Brücke (Berlino, 6 giugno 1819Vienna, 7 gennaio 1892) è stato un medico tedesco.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio del pittore I.G. Brücke, a seguito della prematura morte del padre, trascorre la giovinezza presso la famiglia del sopraintendente Froysen a Stralsund, dove frequenta il ginnasio. Successivamente si iscrive presso la facoltà di Medicina a Berlino. Negli anni universitari, Brücke conosce i fisiologi Hermann von Helmholtz e Emil Du Bois-Reymond, al tempo anche loro studenti, con cui stringe una solida amicizia. Diviene, inoltre, assistente del fisiologo Johannes Peter Müller[1].

Studi[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver studiato Medicina all'Università di Berlino ed essersi laureato nel novembre 1842, nel 1843 diviene assistente al museo di anatomia comparata.[2]

Nel 1848 diviene docente di Fisiologia a Königsberg; dal 1849 al 1891 fu docente di Fisiologia a Vienna.[3] Fu anche uno dei fondatori ed esponenti principali della "Società di Fisica" di Berlino (in seguito Società Tedesca di Fisica), e fu uno dei maestri di Sigmund Freud.

Fu uno dei principali rappresentanti della nuova scuola di fisiologia antivitalistica, che riconduceva tutte le manifestazioni vitali all'azione di forze chimico-fisiche, sostenendo la necessità di applicare alla neurofisiologia i principi della fisica.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Medaglia dell'Ordine di Massimiliano per le Scienze e le Arti - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia dell'Ordine di Massimiliano per le Scienze e le Arti
— 1875

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ernst Wilhelm Ritter von Brücke, Bellezza e difetti del corpo umano, F.lli Bocca Editori, 1907.
  2. ^ (EN) Ole Daniel Enersen, Ernst Wilhelm von Brücke, in Who Named It?.
  3. ^ Enciclopedia Britannica online, su britannica.com. URL consultato l'11-06-2008.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN49441325 · ISNI (EN0000 0001 0899 4271 · LCCN (ENn83211267 · GND (DE118796704 · BNF (FRcb14431666v (data) · BNE (ESXX1665030 (data) · BAV (EN495/151160 · CERL cnp00400586 · WorldCat Identities (ENlccn-n83211267