Giovanni Federico del Palatinato-Sulzbach-Hilpoltstein

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Giovanni Federico
Conte Palatino di Sulzbach-Hilpoltstein
Nascita Neuburg, 23 agosto 1582
Morte Hilpoltstein, 19 ottobre 1644
Casa reale Wittelsbach
Padre Filippo Luigi del Palatinato-Neuburg
Madre Anna di Jülich-Kleve-Berg
Consorte Sofia Agnese d'Assia-Darmstadt
Religione Luterana

Giovanni Federico del Palatinato-Neuburg (Neuburg, 23 agosto 1587Hilpoltstein, 19 ottobre 1644) fu un nobile tedesco.

Era figlio di Filippo Luigi del Palatinato-Neuburg e di Anna di Jülich-Kleve-Berg.

Alla morte del padre Filippo Luigi nel 1614, i suoi fratelli maggiori Volfango Guglielmo del Palatinato-Neuburg e Augusto del Palatinato-Neuburg si spartirono i territori paterni lasciando a Giovanni Federico, che era il loro fratello maschio più piccolo, il governo delle città di Hilpoltstein, Heideck e Allersberg[1].

Sposò a Darmstadt nel 1624 Sofia Agnese d'Assia-Darmstadt (Darmstadt, 1604-Hilpoltstein, 1664) andando a vivere a Hilpoltstein. Ivi Sofia Agnese diede alla luce tutti i loro figli.

Nacquero in tutto otto figli ma nessuno di loro riuscì a raggiungere l'età adulta e morirono nella prima infanzia[1]:

  • Filippo Luigi (Hilpoltstein, 26 febbraio 1629-Hilpoltstein, 8 agosto 1632), a cui venne dato il nome del nonno paterno;
  • Giovanni Federico (Hilpoltstein, 25 marzo 1630-Hilpoltstein, 22 maggio 1630);
  • Anna Luisa (Hilpoltstein, 11 ottobre 1626-Hilpoltstein, 23 febbraio 1627);
  • Maria Maddalena (Hilpoltstein, 27 febbraio 1628-Hilpoltstein, 17 giugno 1629);
  • una bambina (22 aprile 1631), morta subito dopo la nascita;
  • Maria Eleonora (Hilpoltstein, 28 marzo 1632-Hilpoltstein, 23 novembre 1632);
  • Giovanna Sofia (Hilpoltstein, 2 settembre 1635-Hilpoltstein, 19 agosto 1636);
  • Anna Maddalena (Hilpoltstein, 5 marzo 1638-Hilpoltstein, 29 luglio 1638).

Morì quindi senza discendenti nel 1644 e venne sepolto a Lauingen. I suoi fratelli invece riuscirono a mettere al mondo una prole che sopravvisse ai padri: Wolfang infatti continuò il ramo del Palatinato-Neuburg, mentre Augusto diede vita a quello del Palatinato-Sulzbach.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN22931081 · GND: (DE118144588
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie