Giovanni Antonio Marcacci

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Giovanni Antonio Marcacci (Locarno, 15 agosto 1769Milano, 10 aprile 1854) è stato un politico svizzero-italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio di Carlo Francesco e di Teresa Ciceri, di Como, rimane orfano di padre in tenera età. Dopo aver frequentato le università di Fulda, di Friburgo e Pavia, nel 1793 rientra a Locarno. Nel 1798 viene eletto deputato al Gran Consiglio della Repubblica elvetica e nel 1800 al Consiglio legislativo; nel 1802 diventa giudice del Tribunale supremo elvetico. Fra il 1803 ed il 1804 è alla Dieta federale.

Nel corso del XIX secolo viene inviato in Italia come incaricato d'affari e come console generale del governo svizzero.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Raffaello Ceschi (a cura di), Storia della Svizzera Italiana dal Cinquecento al Settecento, Edizioni Casagrande, Bellinzona 2000, 49, 72, 412, 413.
  • Virgilio Gilardoni, I monumenti d'arte e di storia del Canton Ticino, Volume II L'alto Verbano - Il Circolo delle Isole (Ascona, Ronco, Losone e Brissago), Birkäuser Verlag, Basilea 1979, 60, 66, 68, 70, 84, 90, 92, 98, 108, 110, 125, 129, 130, 131, 133, 134, 144, 150-153, 156, 159, 169, 175, 283, 308.
  • Bernhard Anderes, Guida d'Arte della Svizzera Italiana, Edizioni Trelingue, Lugano-Porza 1980, 118.
  • AA.VV., Guida d'arte della Svizzera italiana, Edizioni Casagrande, Bellinzona 2007, 178.
  • Hans Rudolf Schneider, Giovanni Antonio Marcacci (Locarno 1769 - Milano 1854). Un politico ticinese rappresentante diplomatico svizzero nella Milano napoleonica e austriaca, Hoepli, Milano 2010.
  • Teresio Valsesia, Un barone locarnese a tu per tu con Napoleone, in Giornale del Popolo dell'11 agosto 2010, La Buona Stampa, Lugano 2010, 8.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN178479724