Giorgio Sorial

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Giorgio Sorial
Girgis Sorial daticamera.jpg

Deputato della Repubblica Italiana
Legislature XVII
Circoscrizione IV (Lombardia 2)
Incarichi parlamentari
  • XVII Legislatura
    • Vicepresidente della V commissione (bilancio, tesoro e programmazione) dal 7 maggio 2013
    • Vicepresidente della commissione speciale per l'esame di atti del governo dal 26 marzo 2013 al 7 maggio 2013
    • Componente della commissione parlamentare per l'infanzia e l'adolescenza dal 19 luglio 2013 al 30 ottobre 2014

Dati generali
Partito politico Movimento 5 Stelle
Titolo di studio laurea in Ingegneria dell'informazione curriculum ingegneria elettronica, master universitario di I livello in Business administration
Università università di Brescia

Trinity College

Professione Consulente aziendale

Giorgio Girgis Sorial (Brescia, 12 luglio 1983) è un politico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Sorial (1).jpg

Nato a Brescia da genitori egiziani, dopo essersi diplomato all'Istituto Tecnico Industriale, consegue la laurea in in Ingegneria dell'Informazione all'Università degli Studi di Brescia con una tesi sperimentale sulla normativa 2002/95/CE[senza fonte].

Ha lavorato nel campo dell'ingegneria dell'automazione per qualche anno, approdando poi all'ambito commerciale internazionale, aiutato dalle conoscenze linguistiche (oltre all'Italiano parla correttamente Inglese, Francese e Arabo[senza fonte]).

Nel 2010 si trasferisce per qualche tempo in Irlanda, dove intraprende gli studi post universitari e nel 2011 consegue il Master o in Business Administration presso Il Trinity College di Dublino.

In seguito al rientro in Italia viene assunto come consulente esperto in processi e organizzazione strategica dalla filiale irlandese di una società di consulenza internazionale.

Attività politica[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2009 si iscrive al Meetup Amici di Beppe Grillo di Brescia. Nel 2010 è candidato come consigliere regionale per il Movimento 5 Stelle alle elezioni regionali lombarde del 2010, ma ottiene solo 90 preferenze e non viene eletto[1].

Alle elezioni politiche del 2013 viene eletto deputato della XVII legislatura della Repubblica Italiana nella circoscrizione IV Lombardia 2 per il Movimento 5 Stelle.

Ha fatto parte della V Commissione Bilancio, tesoro e programmazione, di cui diviene vicepresidente e nel periodo dal 19 luglio 2013 al 30 ottobre 2014 è stato anche componente della commissione parlamentare per l'Infanzia e l'adolescenza.

Dal 5 agosto 2015 e fino al 5 dicembre 2015 è stato il capogruppo del Movimento 5 Stelle alla Camera[senza fonte].

Tra le sue proposte di legge figura "Disposizioni in materia di acquisto e dismissione delle autovetture di servizio o di rappresentanza delle pubbliche amministrazioni" ossia l'abolizione delle cosiddette auto blu, approvata alla Camera dei Deputati in data 15 marzo 2016[2] e la proposta di legge di modifica alla legge 24 dicembre 2012, n. 243, in materia di equilibrio dei bilanci e ricorso all'indebitamento per operazioni relative alle partite finanziarie (2923) .

Impegnato anche su altri fronti non prettamente economico-finanziari, è intervenuto in svariate occasioni per denunciare l'inquinamento ambientale di Brescia[3][4], arrivando a portare nell'aula di Montecitorio un campione di acqua inquinata da Cromo esavalente[5] e presentando vari atti parlamentari per la risoluzione del caso Caffaro.

Alle politiche del 2018 si è candidato alla Camera nella lista del Movimento 5 Stelle per il collegio uninominale di Brescia [6], ma non viene eletto.

Nel 2018, viene nominato Vice capo di Gabinetto del Ministero dello Sviluppo Economico.[7]

Schermata 2016-03-29 alle 19.00.37.png

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Liste nella circoscrizione di Brescia - Lombardia - Elezioni Regionali 28-29 marzo 2010 - la Repubblica.it, su www.repubblica.it. URL consultato il 15 luglio 2019.
  2. ^ Auto blu, ok della Camera a ddl M5s-maggioranza: reato usarla per tragitto tra casa e l'ufficio, su Il Fatto Quotidiano. URL consultato il 29 marzo 2016.
  3. ^ Cromo dai rubinetti di Brescia e Valtrompia. Serata del M5S a Concesio, su www.radiovera.net. URL consultato il 29 marzo 2016 (archiviato dall'url originale l'8 aprile 2016).
  4. ^ Fonderie ed emissioni di Pcb nell’aria «subito una legge che fissi i limiti», su Corriere della Sera. URL consultato il 29 marzo 2016.
  5. ^ Da Sorial (M5S) acqua «al Cromo VI» al sottosegretario - Giornale di Brescia, su Giornale di Brescia. URL consultato il 29 marzo 2016.
  6. ^ CAMERA – COLLEGI UNINOMINALI*
  7. ^ Bocciati alle urne, piazzati al ministero

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]