Giorgio Renato Franci

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Giorgio Renato Franci (Ferrara, 18 settembre 1933Bologna, 10 gennaio 2012) è stato uno storico delle religioni, filosofo e linguista italiano.

Ha insegnato filosofia dell'India e dell'Asia Orientale presso l'Università di Bologna: i suoi interessi si sono concentrati principalmente sullo studio delle molteplici manifestazioni della spiritualità indiana. Dopo essersi laureato a Bologna con Luigi Heilmann, ha poi compiuto studi di perfezionamento a Roma sotto la supervisione del grande orientalita Giuseppe Tucci. Suo compagno di studi dell'epoca fu Raniero Gnoli, altro noto indologo italiano.

Attività accademica e didattica[modifica | modifica wikitesto]

È stato direttore del Dipartimento di Studi Linguistici e Orientali, presidente dell'Accademia delle Scienze e direttore della Biblioteca di Discipline Umanistiche presso l'Università di Bologna. È stato inoltre:

  • Accademico effettivo dell'Accademia delle Scienze dell'Istituto di Bologna;
  • Socio ordinario dell'Istituto Italiano per il Medio ed Estremo Oriente (IsMEO), Roma;
  • Membro dell'European Society for Asian Philosophy, Nottingham (UK);
  • Socio Onorario e membro del Comitato Scientifico dell'Associazione Italia-India;
  • Consigliere dell'Associazione Italiana di Studi Sanscriti;
  • Vicepresidente del Centro di Documentazione e Iniziativa per la Pace «Giovanni Favilli»;
  • Membro del Comitato Direttivo del Centro Studi, Iniziative e Informazioni «Amilcar Cabral»;
  • Membro del Coordinamento nazionale per l'insegnamento delle culture afroasiatiche nella scuola secondaria;
  • Direttore della collana «Studi e testi orientali».

Ha inoltre insegnato presso le Università di Calcutta per tre anni nei primi anni sessanta e di Firenze.

In passato ha insegnato anche:

  • Sanscrito
  • Lingue Arie Moderne dell'India
  • Storia dell'India Moderna e Contemporanea
  • Filosofie, Religioni e Storia dell'India e dell'Asia Centrale

Attività di ricerca[modifica | modifica wikitesto]

Gli interessi di Giorgio Renato Franci si rivolgano principalmente all'India classica e, in particolare, allo studio del pensiero mistico (bhakti) e dell'Advaita Vedānta shankariano. Egli non ha mancato comunque di approfondirne anche gli aspetti moderni e contemporanei:

  1. il ruolo dell'induismo nell'India d'oggi;
  2. problematiche relative alla questione linguistica, con particolare attenzione alle letterature in bengali e in inglese;
  3. studi sul pensiero classico nell'India d'oggi e i pensatori moderni in generale come Aurobindo.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • L'Upadesasahasri (Gadyabhaga) di Sankara: contributo allo studio del Kevaladvaita, Bologna, 1958
  • Recenti sviluppi delle questioni linguistiche indiane, Bologna, 1961
  • Alcuni problemi e tendenze della filosofia comparata, Bologna, 1962
  • Yoga ed esicasmo, Trapani, 1967
  • Saggi indologici, Bologna, 1969
  • La Bhakti: l'amore di Dio nell'induismo, Fossano, 1970
  • Studi sul pensiero indiano, Bologna, 1975
  • Piero Martinetti e "Il sistema Sankhya", 1984
  • Contributi alla storia dell'orientalismo, a cura di Giorgio Renato Franci, Bologna, 1985
  • Luigi Heilmann linguista, indologo, umanista, Bologna, 1991
  • La benedizione di Babele: contributi alla storia degli studi orientali e linguistici, e delle presenze orientali, a Bologna, a cura di Giorgio Renato Franci, Bologna, 1991
  • L'induismo, Bologna, Il Mulino, 2000
  • Induismo, prefazione di Gianfranco Ravasi; testi di Giorgio Renato Franci; fotografie di Andrea Pistolesi, Milano, Touring Club Italiano, 2002
  • Il Buddhismo, Bologna, Il Mulino 2004
  • Yoga, Bologna, Il Mulino, 2008

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN66485440 · LCCN: (ENn86067825 · SBN: IT\ICCU\CFIV\037011 · ISNI: (EN0000 0000 6156 8151 · GND: (DE1068659505 · BNF: (FRcb12046812x (data) · BAV: ADV10158032