Giorgio Jossa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Giorgio Jossa (Napoli, 27 luglio 1938) è un accademico e storico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Si è laureato in Giurisprudenza presso l'Università degli Studi di Napoli "Federico II"; dopo aver vinto una borsa di studio presso l'Istituto Italiano per gli Studi Storici B. Croce, ha deciso di dedicarsi allo studio della storia del Cristianesimo, ed è passato alla facoltà di Lettere e filosofia. Libero docente nel 1966, professore ordinario dal 1980, ha insegnato Storia religiosa dell'Oriente cristiano, Storia della Chiesa antica e Storia del Cristianesimo all'Università degli Studi di Napoli "Federico II". Lasciata l'Università nel 2003, continua l'attività didattica come docente invitato alla Pontificia Facoltà Teologica dell'Italia Meridionale[1] e presso l'Istituto Italiano per gli Studi Filosofici. Tra i fondatori della rivista Quarta generazione, ha diretto per diversi anni la rivista Il Tetto. È membro della Studiorum Novi Testamenti Societas, dell'Associazione Biblica Italiana e dell'Associazione italiana per lo Studio del Giudaismo;[2] fa parte del comitato di redazione della Rivista biblica.

Attività[modifica | modifica wikitesto]

Giorgio Jossa nei suoi studi si è dedicato alle origini del cristianesimo, alla figura storica di Gesù (vedi Gesù storico) e alla nascita della cristologia. Le sue ricerche indagano ogni possibile testimonianza, canonica o apocrifa, letteraria o archeologica, religiosa o profana, che possa gettar luce sulle origini cristiane. Particolare rilievo assumono gli studi sui movimenti di liberazione della Palestina al tempo di Gesù, sui rapporti tra i primi cristiani e l'impero romano, Flavio Giuseppe (di cui ha tradotto e curato l'Autobiografia) e i gruppi giudaici al tempo di Gesù. Da alcuni decenni la sua attenzione si rivolge soprattutto alla ricostruzione storica della figura di Gesù e dell'ambiente della sua predicazione, ai rapporti tra giudaismo e Cristianesimo, alla natura dei vangeli e al problema della messianità di Gesù. I suoi contributi si inseriscono dunque nella complessa ricerca dei rapporti tra storia e fede.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Giudei, pagani e cristiani. Quattro saggi sulla spiritualità del mondo antico, Associazione di studi tardoantichi, Napoli, 1977.
  • Gesù e i movimenti di liberazione della Palestina, Paideia Editrice, Brescia, 1980.
  • Dal Messia al Cristo. Le origini della cristologia, Paideia Editrice, Brescia, 1989.
  • I cristiani e l'impero romano. Da Tiberio a Marco Aurelio, M. D'Auria, Napoli, 1991.
  • Flavio Giuseppe, Autobiografia, introduzione, traduzione e note di Giorgio Jossa, M. D'Auria, Napoli, 1992. ISBN 88-7092-089-5.
  • Il cristianesimo antico. Dalle origini al Concilio di Nicea, La Nuova Italia Scientifica, Roma, 1997. ISBN 88-430-0490-5.
  • La verità dei vangeli. Gesù di Nazaret tra storia e fede, Carocci Editore, Roma, 1998. ISBN 88-430-1194-4.
  • I gruppi giudaici ai tempi di Gesù, Paideia Editrice, Brescia, 2001. ISBN 88-394-0629-8.
  • Il processo di Gesù, Paideia Editrice, Brescia, 2002. ISBN 88-394-0639-5.[1]
  • Il Vangelo tra storia e fede. Per una corretta lettura dei quattro vangeli, Edizioni San Paolo, Cinisello Balsamo, 2002. ISBN 88-215-4505-9.
  • Giudei o cristiani? I seguaci di Gesù in cerca di una propria identità, Paideia Editrice, Brescia, 2004. ISBN 88-394-0684-0.
  • Jews or Christians? The Followers of Jesus in Search of their own Identity, traduzione dall'italiano di Rogers Molly, Mohr Siebeck, Tübingen, 2006. ISBN 9783161491924.[2]
  • Gesù Messia? Un dilemma storico, Carocci Editore, Roma, 2006. ISBN 88-430-3606-8.
  • Il cristianesimo ha tradito Gesù?, Carocci Editore, Roma, 2008. ISBN 978-88-430-4694-2.[3]
  • La condanna del Messia, Paideia Editrice, Brescia, 2010. ISBN 978-88-394-0781-8.
  • Gesù. Storia di un uomo, Carocci Editore, Roma, 2010. ISBN 978-88-430-6579-0.
  • Chi ha voluto la morte di Gesù? Il maestro di Galilea e i suoi avversari, Edizioni San Paolo, Cinisello Balsamo, 2011. ISBN 978-88-215-7060-5.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN36955944 · SBN: IT\ICCU\CFIV\108016 · BNF: (FRcb121539496 (data)