Giorgio De Rienzo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Giorgio De Rienzo (Torino, 19 maggio 1942Torino, 23 luglio 2011) è stato un critico letterario, scrittore e linguista italiano.

Cenni biografici[modifica | modifica wikitesto]

Allievo di Giovanni Getto, si laurea nel 1965 all'Università di Torino con una tesi dal titolo Fogazzaro e l'esperienza della realtà. Consegue nell'ateneo torinese la libera docenza in Letteratura italiana moderna e contemporanea nel 1971. Da allora ha intrapreso una lunga carriera di docente universitario, interrotta con le dimissioni rassegnate nel 2000[1]. Sposato in seconde nozze con Maria Consolata Corti (nota con il nome d'arte di Vittoria Haziel), ha avuto due figli dal matrimonio precedente.

Critico letterario e linguista[modifica | modifica wikitesto]

Studioso della letteratura italiana dell'Ottocento e del Novecento, ha prodotto numerosi lavori sui massimi scrittori del periodo. De Rienzo fondò presso l'Università di Torino il Centro di Studi di Letteratura Italiana in Piemonte "Guido Gozzano - Cesare Pavese". Per anni diresse il Centro di studi "Franco Falletti" con sede a Vercelli, svolgendo ricerche di lessicografia e di linguistica computazionale, per il trattamento di concordanze. Tra le varie opere pubblicate vi sono i cinque volumi delle Concordanze dei Promessi sposi. Ha dedicato i suoi anni di studio in particolare alle opere di Alessandro Manzoni, Guido Gozzano e Carlo Collodi.

De Rienzo ha curato edizioni di autori classici, moderni e contemporanei, per gli editori Mursia, Utet, Mondadori, Rizzoli, Einaudi, Avagliano e Donzelli. Ha collaborato al Grande dizionario della letteratura italiana di Vittore Branca. Come linguista ha collaborato al Dizionario della lingua italiana di Salvatore Battaglia (Utet). Ha collaborato a lungo con il Corriere della Sera, di cui è stato critico letterario dal 1980 alla morte, con recensioni e con la rubrica domenicale La pagella. Nel 1991 è diventato giornalista pubblicista. Inoltre è stato moderatore, sul sito internet del Corriere della Sera, del forum sulla lingua italiana Scioglilingua, dedicato al corretto uso della grammatica italiana[2].

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Studi e ricerche[modifica | modifica wikitesto]

  • Fogazzaro e l'esperienza della realtà, Milano, Silva, 1967
  • Alfredo Panzini, Milano, Mursia, 1968
  • Camerana, Cena e altri studi piemontesi, Bologna, Cappelli, 1972
  • Storia della letteratura italiana, Milano, Rizzoli, 1971 (in collaborazione con G. Getto, R. Alonge e G. Baldi)
  • Narrativa toscana dell'Ottocento, Firenze, Olsckhi, 1975
  • Giosuè Carducci, Torino, Sei, 1976
  • L'avventura della parola nei «Promessi sposi», Roma, Bonacci, 1980
  • Antologia e storia della letteratura italiana, Brescia, La Scuola, 1981, voll. I - II - III ( in collaborazione con G. Getto, G. Ficara e R. Tessari)
  • Lucia nel labirinto dei «Promessi sposi», Torino, Giappichelli, 1981
  • Il poeta fuori gioco, Roma, Bulzoni, 1981
  • Letteratura italiana del Novecento, Brescia, La Scuola, 1982
  • Guido Gozzano, Milano, Rizzoli, 1983, seconda edizione in BUR, Milano 2001
  • Invito alla lettura di Fogazzaro, Milano, Mursia, 1983
  • Per amore di Lucia, Milano, Rusconi, 1985
  • Concordanze dei «Promessi sposi», Milano, Fondazione Mondadori, 1985 (in collaborazione con E. Del Boca e S. Orlando)
  • L'avventura della parola nei «Promessi sposi», Roma, Bonacci, 1994, seconda edizione 1998
  • Esercizi e letture su «I promesi sposi», Torino, Sei, 1996
  • Breve storia della letteratura italiana, Milano, Bompiani, 1997, seconda edizione 1999, terza edizione 2001
  • Guida alla scrittura, Milano, Bompiani, 1998, seconda edizione 2001
  • Guida alla lettura, Milano, Bompiani, 2001
  • Scioglilingua. Guida alla grammatica¸ Milano, Rizzoli Bur 2006
  • Pinocchio uno, due, tre, Torino, Nino Aragno, 2008
  • Per amore di Lucia, II edizione, Torino, Nino Aragno, 2010
  • SOS lingua. Manuale di pronto soccorso per l'uso corretto dell'italiano, Kowalski, 2011

Romanzi[modifica | modifica wikitesto]

  • Caccia al ladro in casa Savoia, Milano, Mondadori, 1991 (premi Vailate, Minturne ed Enna)
  • Senza cuore (firmato con lo pseudonimo A. Deamicis), Cava dei Tirreni, Avagliano, 1998
  • Il dolore di amare, Venezia, Marsilio, 2001 (premio internazionale Feudo di Madia)
  • L'indagine, Venezia, Marsilio, 2004
  • Lettere d'amore di un giudice corrotto, Venezia, Marsilio, 2006
  • Il mostro di Bargagli, Milano, Rizzoli, 2007

Autobiografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Raccontami nonno, Baldini Castoldi Dalai, uscito postumo nel 2012.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • 1969: Premio Bonavera dell'Accademia delle Scienze di Torino (per la sua attività di studioso)
  • 1983: Premio giornalistico “Saluzzo e Silvio Pellico (per la sua attività pubblicistica).

Intitolazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • «Premio Giorgio De Rienzo - non è un addio», istituito nel 2012 dalla moglie Vittoria Haziel. La cerimonia nella veste di spettacolo si è svolta presso il Circolo dei Lettori di Torino. Premiati Daniele Bresciani, Monica Longobardi, Roberto Innocenti[In quale edizione?].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ermanno Paccagnini, Addio a Giorgio De Rienzo, in Corriere della Sera, 24 luglio 2011.
  2. ^ [1] Corriere.it

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN68941655 · ISNI: (EN0000 0001 1573 5067 · SBN: IT\ICCU\CFIV\001387 · LCCN: (ENn80159279 · GND: (DE119386704 · BNF: (FRcb12019379x (data) · NLA: (EN35827387 · BAV: ADV12010161
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie