Gil Marques

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Gil Marques
Nazionalità Brasile Brasile
Portogallo Portogallo
Calcio a 5 Futsal pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex ultimo)
Ritirato 2004
Carriera
Squadre di club
Miramar
2003-2004Jorge Antunes
2004Boavista
Nazionale
1997-2001Portogallo Portogallo 13 (2)
Carriera da allenatore
2004-2005 Miracolo Piceno
2005-2006 Verona
2006-2007 Putignano
2007-2008 Boticas
2008-2009 Jorge Antunes
2009-2011 Regalbuto
2011-2012 PesaroFano
2013-2015 Lecco
 

Gilbert José Marques Oliveira Júnior, noto semplicemente come Gil Marques (Niterói, 11 febbraio 1968), è un allenatore di calcio a 5 ed ex giocatore di calcio a 5 brasiliano naturalizzato portoghese.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Formato come ultimo, durante la carriera è stato utilizzato frequentemente come laterale per sfruttarne la spicata capacità realizzativa[1]. Dopo gli esordi in patria, nella stagione 1994-95 si trasferisce nel campionato portoghese dove gioca con Gerês, Miramar, FJ Antunes e Boavista vincendo alcuni titoli nazionali e Coppe di Portogallo. Nel 2000 e nel 2001 viene premiato come miglior ultimo della Primeira Divisão[2]. Nella stagione 1997-98 gioca nella División de Honor spagnola venendo inclusoo nella Top 10 dei migliori giocatori[2]. In possesso della doppia cittadinanza, viene convocato nella Nazionale di calcio a 5 del Portogallo con cui prende parte al campionato europeo 1999.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Conclusa la carriera da giocatore nel Boavista[3], nel novembre del 2004 viene nominato direttore tecnico del Miracolo Piceno[4] nella Serie A2 italiana. Nelle due stagioni successive siede sulla panchina di Verona e Sport Five Putignano nella medesima categoria[2] quindi fa ritorno in Portogallo per guidare Boticas (2007-08) e FJ Antunes, che qualifica alla semifinale scudetto del campionato 2008-09[2]. Il giugno seguente si accorda con il Regalbuto con un biennale, facendo ritorno nella Serie A2 italiana[5]. Nella stagione 2010-11 guida i siciliani a una duplice qualificazione alla Coppa Italia di categoria e ai play-off promozione, uscendo tuttavia in entrambe le competizioni nei quarti di finale. La stagione seguente si ripete con il PesaroFano, vincendo inoltre lo scudetto con la formazione Under-21[1]. Dopo alcuni mesi senza squadra, nel gennaio 2013 viene nominato allenatore del Lecco in sostituzione dell'esonerato Massimiliano Quatti[6] con cui conquista tre salvezze consecutive in Serie A2.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]