Gigi Riva (giornalista)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Luigi Riva detto Gigi (Nembro, 21 giugno 1959) è un giornalista e scrittore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Riva è stato direttore del Giornale di Vicenza dal 4 giugno 2001 al 20 ottobre 2002. È stato caporedattore centrale del settimanale L'Espresso dal 2012 al 2016. È stato a lungo inviato speciale nell'ex Jugoslavia e in Medioriente rispettivamente per il Giorno e L'Espresso. Ha lavorato anche al Giornale di Bergamo, Gazzettino, e D - la Repubblica delle donne. Attualmente è editorialista del gruppo Espresso.

Ha scritto i libri Jugoslavia il nuovo Medioevo (Mursia 1992, con Marco Ventura); L'Onu è morta a Sarajevo (Il Saggiatore 1995, con Zlatko Dizdarevic), I muri del pianto (UTET-De Agostini, 2006) e il romanzo Le dernier pénalty (Editions du Seuil, Parigi, 12 maggio 2016, poi uscito in Italia da Sellerio, Palermo, il 19 maggio dello stesso anno, col titolo L'ultimo rigore di Faruk). Il libro ha vinto il "Prix Etranger Sport et Littérature" assegnato dall' "Association des Ecrivains Sportifs" al miglior volume scritto in lingua straniera e pubblicato in Francia nel 2016. Sempre nello stesso anno in Francia è stato anche inserito nella cinquina di finalisti del "Prix Jules Rimet". In Italia nel 2017 il libro ha vinto la 51a edizione del Concorso letterario del Coni per la sezione narrativa e ha ottenuto la menzione speciale al premio letterario "Antonio Ghirelli".

Ha scritto anche soggetto e sceneggiatura dei film Il Carniere (Premio Amidei per la sceneggiatura e nomina al David di Donatello sempre per la sceneggiatura, Clemi 1997) , Nema problema (2004), Il sorriso del capo (2011).

Opere[modifica | modifica wikitesto]