Giù nel ciberspazio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Giù nel cyberspazio
Titolo originale Count Zero
Autore William Gibson
1ª ed. originale 1986
Genere Romanzo
Sottogenere Cyberpunk
Lingua originale inglese
Serie Trilogia dello Sprawl
Preceduto da Neuromante
Seguito da Monna Lisa Cyberpunk

Giù nel Cyberspazio (Count Zero) è un romanzo di fantascienza di William Gibson pubblicato nel 1986. È il secondo volume della cosiddetta Trilogia dello Sprawl che comprende Neuromante, Giù nel Cyberspazio e Monna Lisa Cyberpunk (in originale: Neuromancer, Count Zero e Mona Lisa Overdrive), che sono tra i primi e più noti esempi del filone cyberpunk.

Giù nel cyberspazio è stato nominato per il Premio Nebula come miglior romanzo nel 1986 e per il Premio Hugo come miglior romanzo nel 1987.

Il titolo originale Count Zero, oltre ad essere il nickname del protagonista Bobby Newmark, è anche un gioco di parole usato nell'ambiente informatico (un "count zero interrupt" è un interrupt lanciato quando un processo, decrementando un contatore, raggiunge lo zero).

Trama[modifica | modifica sorgente]

Sette anni dopo gli eventi narrati in Neuromante, stanno succedendo cose strane nella Matrice, in particolare la proliferazione di entità simili a divinità vudù.

Due potenti multinazionali sono impegnate in una battaglia per il controllo (che si estende fino allo spazio) di una nuova e potente tecnologia (un biochip) impiegando hacker per attività di spionaggio e sabotaggio.

Come per gli altri due romanzi della serie, ci sono tre storie principali (legate ai tre protagonisti) che si intersecano: Turner, un mercenario al soldo delle multinazionali, impegnato a gestire il passaggio del ricercatore capo Mitchell all'Hosaka Corporation e che diventa il guardiano di sua figlia; Marly, titolare di una piccola galleria d'arte a Parigi, ingaggiata dal ricco e schivo industriale e patrono delle arti Josef Virek, per trovare lo sconosciuto creatore di una scatola futuristica in stile Joseph Cornell; e Bobby (alias Count Zero), un hacker dilettante che ha un collasso cerebrale nel tentativo di entrare nel sistema informatico di una multinazionale con un software sconosciuto ed è riportato in vita da una misteriosa presenza del cyberspazio.

Edizioni[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]