Monna Lisa Cyberpunk

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Monna Lisa Cyberpunk
Titolo originale Mona Lisa Overdrive
Autore William Gibson
1ª ed. originale 1988
Genere romanzo
Sottogenere fantascienza cyberpunk
Lingua originale inglese
Serie Trilogia dello Sprawl
Preceduto da Giù nel ciberspazio

Monna Lisa Cyberpunk (Mona Lisa Overdrive) è un romanzo di fantascienza di William Gibson pubblicato nel 1988. È il terzo volume della cosiddetta trilogia dello Sprawl che comprende anche Neuromante e Giù nel ciberspazio (in originale: Neuromancer e Count Zero), che costituiscono tra i primi e più noti esempi del filone cyberpunk.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Futuro prossimo. Kumiko Yanaka, figlia tredicenne di un potente boss della mafia giapponese, la Yakuza, e di una donna danese morta suicida, viene mandata a Londra per ragioni di sicurezza: si è scatenata una sanguinaria guerra intestina, e lei a Tokyo rappresenterebbe un bersaglio troppo facile. In Inghilterra la ragazzina viene accudita da una strana donna con costosi impianti biomeccanici al posto degli occhi, Sally, che in realtà trama contro Swain, il boss londinese al quale Kumiko è stata affidata dal padre. Slick Henry, un malvivente che gestisce una sorta di officina dove costruisce bizzarri e mortali cyborg partendo da rottami e macchinari abbandonati, riceve dal temuto boss Kid Africa - per sdebitarsi di un vecchio favore ricevuto - l'incarico poco gradito di 'fare da balia' a un misterioso individuo che sembra in coma ed è forse connesso alla Rete tramite strani elettrodi, fili e cateteri. Angie Mitchell, una diva-cowboy del cyberspazio, al quale è capace di collegarsi col semplice pensiero, è di ritorno da tre anni passati in clinica per una disintossicazione. Sola nella sua villa di Malibu, avverte subito di non essere padrona della propria vita a causa dell'invadenza della Senso/Rete, e riceve enigmatici avvertimenti di un pericolo imminente. La giovane prostituta di Cleveland Monna è prigioniera del suo pappone, Henry, che la costringe a raccontargli le sue performance con i clienti per eccitarsi: ma un giorno arriva per lei una strana offerta di lavoro che promette di cambiare la sua vita per sempre... Arriva il capitolo conclusivo della Trilogia dello Sprawl, vera pietra miliare della science-fiction e manifesto del cyberpunk: William Gibson ha raccontato un mondo, un futuro possibile e soprattutto quindici anni di vita di un gruppo di personaggi davvero affascinanti e originali. Lo sforzo di rendere i singoli romanzi che costituiscono la Trilogia perfettamente leggibili anche da soli - intento di per sé encomiabile e commercialmente azzeccato - ingenera però soprattutto in questo terzo capitolo lo strano fenomeno per il quale ci si accorge che si sta parlando di personaggi già incontrati in precedenza solo a libro inoltrato, quando l'intricato plot (la cervellotica organizzazione di un rapimento per sostituire la mitica Angie Mitchell con una sosia) inizia a delinearsi con maggiore chiarezza. Lungo la strada si rimane folgorati dalla gragnuola di idee rivoluzionarie che Gibson ci regala (una delle più fascinose, l'alba di nuove religioni e nuovi dei nel cyberspazio), mediate da una scrittura qui più matura e attenta al ritmo e all'azione di quanto non fosse successo in precedenza

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]