Genghis Khan - Il grande conquistatore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Genghis Khan - Il grande conquistatore
Titolo originale蒼き狼 地果て海尽きるまで
Aoki ōkami: Chi hate umi tsukiru made
Lingua originalegiapponese
Paese di produzioneGiappone, Mongolia
Anno2007
Durata136 min
Generestorico, drammatico
RegiaShin'ichirō Sawai
SoggettoSeiichi Morimura
SceneggiaturaTakehiro Nakajima, Shōichi Maruyama
ProduttoreMinoru Ebihara, Yutaka Okada, Yoshiaki Tokutome, Akihiko Oosugi
Produttore esecutivoRyuhei Chiba, Haruki Kadokawa, Katsuhito Matsuura
Casa di produzioneGenghis Khan: To the Ends of the Earth and Sea FPC
FotografiaYonezō Maeda
MontaggioAkimasa Kawashima
MusicheTaro Iwashiro
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Genghis Khan - Il grande conquistatore (蒼き狼 地果て海尽きるまで Aoki ōkami: Chi hate umi tsukiru made?) è film giapponese del 2007 diretto da Shin'ichirō Sawai da un romanzo di Seiichi Morimura, prodotto da Haruki Kadokawa e con la partecipazione di Takashi Sorimachi, Ken'ichi Matsuyama e Sōsuke Ikematsu. Si tratta di un film storico di genere drammatico che vuole raffigurare la vita del grande conquistatore di stirpe mongola Gengis Khan.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Temujin è figlio del capo di una tribù mongola e cresce come colui che porta dentro di sé il sangue del "lupo blu". Cresciuto, sposa Börte, ma una sera questa viene rapita dagli uomini di un'altra tribù. Quando Temujin la salva lei è oramai incinta; il bambino che nasce viene chiamato Djuci, "estraneo", e Temujin si rifiuta di riconoscerlo.

Col passare del tempo Temujin viene sempre più accettato come sovrano unico di tutti i mongoli; egli allora cambia il proprio nome originario con quello di Gengis Khan, promettendo di vendicarsi della dinastia Jīn, sua acerrima nemica da sempre. In seguito egli riconosce Djuci come proprio figlio, quando questi dimostra coraggio e valore in battaglia. Durante uno scontro con gli avversari Djuci rimane ucciso; d'ora in poi la vita di Gengis Khan prosegue solitaria, come l'eroe che ha riunito l'impero mongolo.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]