Gea Schirò

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Gea Schirò Planeta)
Jump to navigation Jump to search
Gea Schirò
Gea Schirò daticamera.jpg

Deputato della Repubblica Italiana
Legislature XVII
Gruppo
parlamentare
- Partito Democratico (Dal 2/10/2014-attualmente)

In precedenza:

- Scelta Civica per l'Italia (Da inizio legislatura al 10/12/2013)

- Per l'Italia (Dal 10/12/2013 al 2/10/2014)

Coalizione Con Monti per l'Italia
Circoscrizione Sicilia 1
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico Partito Democratico (Dal 2014)

In precedenza:

Scelta Civica per l'Italia (2013)

Titolo di studio Laurea in filosofia
Professione Editore

Gea Schirò (Palermo, 22 settembre 1963) è una politica italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Gea Schirò originaria di Contessa Entellina, compie gli studi a Trapani[1], per poi trasferirsi a Palermo dove si laurea in Filosofia. Sposata con Alessio Planeta, imprenditore vitivinicolo e dal 2017 presidente di Assovini[2].

Negli anni '90 è impegnata nell'associazionismo, e durante la guerra nella ex Jugoslavia ha organizzato aiuti per Tuzla in Bosnia-Erzegovina, coinvolgendo la città di Palermo e la giunta palermitana guidata da Leoluca Orlando.[3]

Nel 2003 Luigi Birritteri, candidato presidente della Provincia di Agrigento per l'Ulivo, la indicò come futura assessore alla Cultura, ma non fu eletto.[4]

Nel 2008 ha fondato la Casa Editrice Gea Schirò,[5]. Un volume pubblicato ha vinto il premio Grinzane Villa Hanbury[6].

Ha vinto i premi Franca Florio[3] e Telamone d'oro del Cepasa di Agrigento (2010).[7]

Nel 2013 viene candidata come capolista alle elezioni politiche del 24 e 25 febbraio nella lista di Scelta Civica con Monti per l'Italia nella circoscrizione Sicilia 1 della Camera, ed aderisce all'iniziativa Riparte il futuro, impegnandosi a pubblicare la dichiarazione reddituale e patrimoniale, dichiarando di non avere procedimenti giudiziari passati in giudicato o in corso e di non avere potenziali conflitti di interesse[8]. Viene quindi eletta deputato della XVII Legislatura e aderisce al gruppo Scelta Civica per l'Italia di cui è vicecapogruppo alla Camera.

Il 10 dicembre 2013 aderisce al gruppo parlamentare Per l'Italia assieme ad altri 18 deputati.[9]. Dopo la scissione da "Scelta Civica" diventa vicecapogruppo di Per l'Italia alla Camera.

Il 2 ottobre 2014 assieme a Gregorio Gitti aderisce al gruppo parlamentare Partito Democratico.[9] Candidata con il PD in Sicilia alle elezioni politiche del 5 marzo 2018, non viene rieletta[10].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]