Fruit Joy

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Fruit Joy
Fruitjoy.png
Categoria dolci
Tipo caramelle
Marca Nestlè
Anno di creazione 1986
Nazione Regno Unito
Slogan Irresistibili
Ingredienti Zucchero, sciroppo di glucosio, succhi di frutta da concentrato (uva, fragola, ribes, lime, arancia, limone), gelatina alimentare, gelificante gomma arabica, amido modificato, acidificanti acido malico - acido citrico - acido lattico, correttore di acidità citrato trisodico, aromi, coloranti E163 - E141 -E160a - E100
Valori nutrizionali medi in 100 g
Valore energetico 350 Kcal/ 1487 Kj
Proteine 4,3 g
Carboidrati 83,4 g
di cui zuccheri 57,1
Grassi 0,0 g

Le Fruit Joy sono delle caramelle gommose alla frutta distribuite dalla Nestlè.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Le caramelle Fruit Joy vengono lanciate sul mercato italiano nel 1986 dall'azienda Rowntree Mackintosh. Si trattava dell'introduzione in Italia delle Rowntree's Fruit Pastilles, caramelle prodotte nel Regno unito sin dal 1881. Inizialmente vengono prodotte soltanto tre varianti di gusto presenti in quantità casuale in ogni confezione (lime, arancia e fragola), dalla forma di tubetto simile a quelle delle Polo. Successivamente il brand passerà in mano alla Nestlè che produrrà nuove varianti al prodotto e nuovi gusti.

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

« Alle morbide Fruit Joy, tu resistere non puoi, devi devi devi devi devi, masticaaar! »

(Jingle degli spot televisivi.)

La prima campagna pubblicitaria televisiva (1980-1988) del prodotto vedeva protagonista il cestista Bobby Kinzer[1] che veniva sfidato da un ragazzino ad assaggiare le Fruit Joy senza masticarle. Si trattava dell'edizione italiana dello spot inglese. Gli spot erano accompagnati da un jingle che divenne piuttosto celebre. Il soggetto dello spot fu ripreso nel 2003 da una nuova campagna in cui un pugile sfidava il suo avversario alla "prova" Fruit Joy durante una conferenza stampa. Un'altra variante vede una bambina offrire la stessa sfida ad una contorsionista mentre è intenta ad esibirsi.

Varianti[modifica | modifica wikitesto]

Nel corso degli anni sono state prodotte numerose varianti del prodotto che vanno dalle Fruit Joy Balls (caramelle su un bastoncino di plastica sullo stile dei Chupa Chups) alle Fruit Joy Jelly Berry (caramelle gelatinose ai frutti di bosco) alle gelees.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Mike Shaft, Letter from a 'British basketball' legend, su mikeshaft.com, 25 maggio 2005. URL consultato il 5 settembre 2013.
  2. ^ Prodotti Fruit Joy

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cucina Portale Cucina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cucina