Friedrichswerdersche Kirche

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Friedrichswerdersche Kirche
Berlin, Mitte, Werderscher Markt, Friedrichswerdersche Kirche 05.jpg
La chiesa prima del 2012
Stato Germania Germania
Località Berlino
Religione
Consacrazione 1831
Architetto Karl Friedrich Schinkel
Stile architettonico neogotico
Inizio costruzione 1824
Completamento 1830

Coordinate: 52°30′57″N 13°23′50″E / 52.515833°N 13.397222°E52.515833; 13.397222

L'interno prima del 2012

La Friedrichswerdersche Kirche ("chiesa di Friedrichswerder") è una chiesa di Berlino, nel quartiere Mitte.

Già sede dello Schinkel-Museum – uno dei Musei statali di Berlino – la chiesa è stata chiusa al pubblico nell'ottobre 2012 a causa di gravi danni statici provocati dai cantieri per la costruzione di due edifici adiacenti[1].

Architettura[modifica | modifica wikitesto]

La chiesa venne costruita tra il 1824 e il 1830 su progetto di Karl Friedrich Schinkel. Fu la prima chiesa neogotica ad essere costruita a Berlino. Per lo stesso progetto, Schinkel aveva anche proposto una soluzione neoclassica, alla quale venne però preferita quella neogotica. Si tratta di un neogotico in cui è chiaramente visibile l'impronta delle cappelle medievali inglesi.

L'edificio presenta un'unica navata, con due torri identiche sulla facciata. La realizzazione in cotto costituiva per i tempi di Schinkel una soluzione assai originale: insieme all'Accademia di architettura, l'edificio fissava nuovi standard per l'architettura del centro di Berlino. La rinuncia all'intonaco significava mettere in evidenza le qualità estetiche del materiale edilizio e la rinuncia ai travestimenti (anche se questa era ancora una scelta parziale: all'interno, i mattoni della volta sono infatti dipinti).

Sia al momento della costruzione, sia a quello del restauro poco prima della riunificazione tedesca, il primo problema che si pose fu quello di trovare un fornitore per la grande quantità di terracotta necessaria ai lavori. La chiesa fu restaurata dal 1979 al 1986, e riaperta come museo in occasione del 750º anniversario della fondazione della città (1987).

Collezione[modifica | modifica wikitesto]

Il museo ospitava una collezione permanente di sculture dalla fine del XVI secolo fino alla metà del XIX secolo. Tra le opere ospitate, spiccava un modello della Prinzessinnengruppe, gruppo scultoreo di Johann Gottfried Schadow che raffigura le principesse Federica e Luisa.

A causa dei gravi problemi statici causati da due cantieri edilizi adiacenti, l'edificio è stato chiuso al pubblico nell'ottobre 2012 e le opere trasferite in un luogo sicuro[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (DE) Michael Zajonz, Friedrichswerdersche Kirche: Ein Juwel wird zerstört, in Der Tagesspiegel, Berlino, 20 marzo 2015.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN125395537 · GND: (DE4208365-5