Franco Oppo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Franco Oppo

Franco Oppo (Nuoro, 2 ottobre 1935Cagliari, 14 gennaio 2016[1]) è stato un compositore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nacque a Nuoro nel 1935 da Carlo Oppo Villasanta e da Olimpia Umana. Si trasferì con la famiglia a Cagliari negli anni cinquanta e studiò al conservatorio di Cagliari, dove si diplomò in pianoforte (1958), musica corale e direzione di coro (1960), composizione (1961). In seguito studiò con Goffredo Petrassi e Giorgio Federico Ghedini,[2] e tra il 1961 e il 1968 seguì vari corsi di perfezionamento a Venezia, Roma, Varsavia, Darmstadt. Dal 1965 al 2000 insegnò composizione e composizione sperimentale al Conservatorio di Cagliari. Tra il 1960 e il 1979 vinse vari concorsi internazionali di composizione (Venezia, Vercelli, Boswil, Terni). È morto a Cagliari il 14 gennaio 2016, all'età di ottanta anni.[1]

Il suo stile muoveva dal neoclassicismo verso la musica aleatoria e la sperimentazione.[2] I suoi studi di semiologia musicale e musica etnica hanno portato, tra l'altro, alla definizione di una teoria generale del linguaggio musicale (1975) e di un sistema dei conzertus delle launeddas (1986). Gli studi sulla musica elettronica, su casualità e determinismo nella composizione musicale, hanno dato corso a numerose relazioni in convegni internazionali su questi temi e sulla sua attività di compositore.

Composizioni[modifica | modifica wikitesto]

Oppo fu autore di una produzione di musica classica, elettronica, sonate per pianoforte e opere da camera, sinfoniche, teatrali e televisive che sono state eseguite in numerose rassegne internazionali. Si ricordano:

  • Fasi B (per flauto, vibrafono e pianoforte - 2007)
  • Con-sonanti (per clarinetto - 2007)
  • Aforismi n. 9, 10 (per pianoforte - 2007)
  • Concerto (per flauto e orchestra d'archi - 2006)
  • Spirale (per 4 saxofoni - 2006)
  • Ditirambo (per violino - 2006)
  • Kantelesong (per kantele, cetra finlandese - 2005)
  • Sonata B (per pianoforte e percussioni - 2005)
  • Sonata (per pianoforte - 2005)
  • Aforismi n. 7, 8 (2004)
  • Alcune verità indimostrabili (per flauto, clarinetto basso, percussioni, pianoforte, violino e violoncello - 2004)
  • Taxim (per oboe, clarinetto, fagotto, percussioni, pianoforte, violino e violoncello - 2003)
  • ... quasi silenzio (composizione elettronica - 2002)
  • Concerto n. 2 (per pianoforte e orchestra, in memoria di Arturo Benedetti Michelangeli - 2002)
  • Nodas (per orchestra - 2001)
  • Freu dich sehr, o meine seele (per organo - 2000)
  • Uno spettro si "aggirava" per l'Europa (per 25 strumenti ad arco - 1999)
  • Tetrafonie (per 12 voci soliste - 1998)
  • Concetti fluidi (per violino, viola, violoncello e pianoforte - 1997)
  • Polski walc (per flauto, clarinetto, pianoforte e quartetto d'archi - 1997)
  • Concerto n. 1 (per pianoforte e orchestra - 1995)
  • Baroniese (per pianoforte a quattro mani - 1993)
  • Musica per undici strumenti ad arco (1992)
  • Variazioni sul tema di Mozart (per orchestra - 1991)
  • Figure instabili (per oboe, clarinetto, corno, fagotto e pianoforte 1989)
  • Gallurese (per pianoforte a quattro mani - 1989)
  • Como en lo sueños (per soprano - testo di Jorge Luis Borges - 1988)
  • Eleonora d'Arborea (opera teatrale - testo di Giuseppe Dessì e Marco Gagliardo - 1986)
  • Per tonos - Canone a due da hBach per flauto, clavicembalo e quartetto d'archi - 1985)
  • Quadri di guerra (composizione televisiva, elettronica - regia: Roberto Olla - 1984)
  • North sardinian dance (per pianoforte - 1984)
  • Attitidu (per fagotto e quartetto d'archi - 1983)
  • Intorno all'isola (composizione televisiva per flauto, fagotto, 3 chitarre e quartetto d'archi - regia: Roberto Olla - 1983)
  • Musica per otto strumenti a fiato (per 2 oboi, 2 clarinetti, 2 corni e 2 fagotti - 1983)
  • Anninnia II (per flauto, clarinetto, percussioni, pianoforte, violino, viola e violoncello - 1982)
  • Praxodia II (opera teatrale per soprano, basso, 3 attori, flauto, corno, chitarra, timpani, percussioni, pianoforte, violoncello e contrabbasso - testo di Agostinho Neto - 1979)
  • Anninnia I (flauto, clarinetto, chitarra, pianoforte, monocordo elettrico, piatto-campanacci-bicchieri, violino, viola, violoncello)- 1978)
  • Praxodia I (per soprano, basso, flauto, corno, chitarra, timpani, percussioni, pianoforte, violoncello e contrabbasso - testo di Agostinho Neto - 1976)
  • Musica per chitarra e quartetto d'archi (1975)
  • Nodos (per orchestra - 1972)
  • Digressione (per coro femminile e orchestra - testo di Andrzej Vosnesenskij - 1970)
  • Cinque pezzi per pianoforte (1970)
  • La bottega del pane, (5 canzoni su testi di Bertoldo Brecht, composizione teatrale - 1969)
  • Concerto per violoncello e orchestra (1964)
  • Don Chisciotte (per voce recitante, flauto, clarinetto basso, tromba, percussioni, arpa e pianoforte - testo di Hazim Hikmet - 1963)
  • Allitterazioni-Organum-Ragtime (per flauto, oboe, clarinetto, fagotto, corno, tromba, trombone, violino, viola, violoncello e contrabbasso - 1961)
  • Fantasia (per pianoforte e orchestra - 1960)
  • Variazioni sul tema di Schumann (per pianoforte - 1953)
  • Sonatina (per tromba e pianoforte 1951)
  • Sonatina (per corno e pianoforte 1951)

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Franco Oppo, in Treccani.it – Enciclopedie on line, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 15 marzo 2011.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN21711128 · ISNI (EN0000 0000 4308 5842 · LCCN (ENno92017829 · GND (DE1029885303 · BNF (FRcb167324906 (data)