Francisco Ciutat de Miguel

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Francisco Ciutat
28 ottobre 1909 – 30 novembre 1986 (77 anni)
Soprannome "Angelito"
Nato a Madrid
Morto a L'Avana
Dati militari
Paese servito Flag of Spain (1931 - 1939).svg Seconda Repubblica Spagnola
URSS Unione Sovietica
Cuba Cuba
Forza armata Flag of the 44 Division Spanish Popular Army.svg Esercito Popolare Repubblicana
Red Army flag.svg Armata Rossa
FAR emblem.png Forze Armate Rivoluzionarie cubane
Corpo Fanteria
Anni di servizio 1937-1977
Grado Tenente colonnello
Guerre Guerra civile spagnola
Seconda guerra mondiale
Guerra delle sabbie
Guerra del Vietnam
Battaglie Battaglia di Santander
Invasione della baia dei Porci
Comandante di Esercito repubblicano del nord
"fonti nel corpo del testo"
voci di militari presenti su Wikipedia

Francisco Ciutat de Miguel, conosciuto anche come Angelito (Madrid, 28 ottobre 1909L'Avana, 30 novembre 1986), è stato un militare, rivoluzionario e militante politico spagnolo naturalizzato sovietico.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Comunista, si distinse militarmente nella guerra civile spagnola dove partecipò alla battaglia di Santander (1937). Nel conflitto ricevette dai repubblicani il comando dell'armata nord e divenne tenente colonnello. Dopo la vittoria dei franchisti emigrò in Unione Sovietica: assunse il nome Pavel Pablovich Stepanov, frequentò l'Accademia militare Voroshilov (da dove uscì col grado di comandante) e sposò la russa Sofía Kokuina.

Dopo aver ottenuto la cittadinanza sovietica, nel 1961 andò a combattere a fianco dei castristi a seguito dell'invasione statunitense alla Baia dei Porci, adottando il nome Ángel Martínez Riosola: in quegli infuocati giorni d'aprile, egli rappresentò il tramite tra il governo cubano e quello sovietico, contribuendo non poco alla vittoria dei socialisti. Nel 1963 confermò la sua tempra rivoluzionaria, andando a combattere la guerra della sabbia a fianco delle truppe algerine.

In seguito partecipò anche alla guerra del Vietnam, dalla parte dei Vietcong, e questa fu la sua ultima impresa militare: nel 1977, a due anni dalla morte di Francisco Franco, fece ritorno in patria e si iscrisse al Partito Comunista di Spagna. Nel 1978 scrisse un libro di memorie sulla guerra di Spagna (Relatos y reflexiones de la Guerra de España 1936-1939), dopodiché si ritirò a vita privata, e morì nel 1986 a 77 anni.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Pare che da giovane fosse massone e che all'interno dell'organizzazione avesse assunto lo pseudonimo di Algazel.[senza fonte] Certo è che i suoi amici lo chiamavano Paco o, soprattutto, Angelito.

Controllo di autorità VIAF: (EN60341508
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie