Francesco Peghin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Francesco Peghin
Peghin2010 (1).jpg
Nazionalità Italia Italia
Vela Sailing pictogram.svg
Palmarès
Mondiali 2 0 0
Italiani 1 0 0
Per maggiori dettagli vedi qui
 

Francesco Peghin (Udine, 19 luglio 1964) è un imprenditore e dirigente sportivo italiano, campione del mondo di vela nel 1995[1] e nel 1996,[2] nella classe “Quarter Ton” su Per Elisa.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Si è laureato in Economia Aziendale all’Università Ca' Foscari di Venezia

Vive a Padova dove svolge la professione di imprenditore, gestendo un gruppo aziendale con piu’ di 65 anni di storia attivo nell’industria e nella sanità, con oltre 450 collaboratori diretti.

Dal 2006[3][4] al 2011 è stato presidente di Confindustria Padova. Dal 2011 al 2013 vice presidente di Confindustria Veneto e membro di giunta nazionale.

Dal 2010 al 2012 presidente del Parco Scientifico e Tecnologico Galileo e dal 2013 al 2018 presidente di Fondazione Nord Est, prestigioso centro studi economico sociali.

Sport e sociale[modifica | modifica wikitesto]

Ha vinto da atleta un titolo italiano e due mondiali di Vela (1995 Danzica, Polonia e 1996 Travemunde, Germania) nella classe "Quarter Ton" su Per Elisa.

Per questi risultati il CONI gli ha conferito la medaglia d'oro al valore atletico.[2]

Dal 2002 al 2010 nell'atletica leggera è stato a capo di Assindustria Sport Padova con cui ha organizzato la Maratona di S. Antonio e il Meeting Citta’di Padova e conquistato lo scudetto ai campionati italiani per societa’ nel 2008. Dal 2010 al 2012 vice presidente del Calcio Padova in Serie B.

Tra il 2011 e il 2013 presidente del comitato organizzatore di Run for Children, manifestazione sportiva di beneficenza che ha permesso alla città di Padova di conseguire due Guinness World Records nella corsa raccogliendo fondi a favore della ricerca oncologica pediatrica.[5]

Dal 2012 al 2015 vice presidente della "Fondazione Città della Speranza onlus" nello stesso campo.

Nel 2018 tra i soci fondatori dell'associazione “La Miglior Vita Possibile - ODV” a supporto dell’Hospice Pediatrico di Padova.

Dal 2015 al 2021 presidente del MUSME, il Museo della Medicina e della Salute in Padova.[6]

Attività politica[modifica | modifica wikitesto]

Il 30 gennaio 2022 annuncia la propria candidatura a sindaco di Padova sostenuto da una coalizione di centro-destra che comprende la Lega, Forza Italia, Fratelli d'Italia, Coraggio Italia, Unione di Centro, Il Popolo della Famiglia e le sue 2 liste civiche Francesco Peghin Sindaco e Più Padova con Peghin Sindaco. Viene sconfitto dal sindaco uscente Sergio Giordani arrivando al 33,52%.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Medaglia d'Oro al Valore Atletico - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia d'Oro al Valore Atletico
«Vincitore medaglia d'Oro ai Mondiali di Vela di Travemünde»
— 1996[2]
Stella di bronzo al merito sportivo - nastrino per uniforme ordinaria Stella di bronzo al merito sportivo
«Per l'attivita' di dirigente nello sport.»
— 2013[7]

Note[modifica | modifica wikitesto]