Francesco Campana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'omonimo criminale, vedi Francesco Campana (criminale).

Francesco Campana di Giovanni Battista (Colle Val d'Elsa, 1491 circa – settembre 1546) è stato un abate italiano, parroco della Chiesa di San Martino a Montughi dal 1537 al 1546.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1530, a Firenze, fu eletto da Cosimo I segretario della Repubblica e poi del Principato. Si laureò in legge e fu primo segretario e consigliere del duca Alessandro de' Medici.[1]

Si recò in Inghilterra come inviato di Clemente VII, ricoprì la carica di abate della Chiesa di Sant'Andrea a Dovadola, divenne pievano della Chiesa di Santa Maria (Cavriglia) e della Pieve di San Lorenzo a Miransù, priore della Chiesa di Sant'Antonio Abate di Fano.[2]

Fu provveditore per l'Università di Pisa e ambasciatore presso l'Imperatore Carlo V. Si dedicò alla letteratura e fu egli stesso un letterato.

Nel 1537 divenne canonico del Duomo[3] e fu parroco di San Martino a Montughi. In questa chiesa, sotto la loggia che egli fece costruire, si trova l'iscrizione: Franciscus Campanus / Antiqua loci religione amoenitate / Atque opportunitate invitatus / Ad suum amicorum successorumque omnium usu / Qui cum Musis commertium habuerint / A fundamentis aedificavit MDXXXIX , (Francesco Campana, mosso dall'antica religione, dall'amenità e comodità del luogo, per sé, per i suoi successori ed amici che avranno familiari le Muse, costruì dalle fondamenta nel 1539).

Francesco Campana scrisse Virgiliana quaestio, opera nella quale difende Virgilio dalle imputazioni di Varo e di Tucca. La sua opera venne stampata a Firenze nel 1526, a Milano nel 1540, a Parigi nel 1546.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Ad Adrianum sextum pontificem max. oratio panegyrica per Franciscum Campanum, Papiae: apud Iacob de Burgofranco, 1523
  • Virgiliana quaestio per Franciscum Campanum Collensem, Bononiae: in aedibus Ioannis Baptistae & Benedicti, quondam Hectoris de Faellis calcograforum acuratissimorum, 1526
  • Francisci Campani Quaestio Virgiliana, Mediolani: apud Caluum, 1540

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Lami, Sanctae Ecclesiae Florentinae monumenta, p.1416 – in cui sono pubblicati moltissimi diplomi
  2. ^ Moreni, Notizie istoriche dei contorni di Firenze, Firenze, 1791 e Campione I della Curia Arcivescovile
  3. ^ Can.D.Moreni Notizie istoriche dei contorni di Firenze, parte prima, p.39 ss. Firenze, 1791

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Calcedonio Donato Dal colle al piano, Firenze, Edizioni della Parrocchia dell'Immacolata a Montughi, 1996

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN2366980 · ISNI: (EN0000 0000 7819 7254 · BNF: (FRcb10464775w (data)