Francesco Becchetti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Francesco Becchetti (Roma, 8 agosto 1966) è un imprenditore italiano, ex-presidente della squadra di calcio inglese del Leyton Orient Football Club.

In passato è stato amministratore delegato della Roma Volley e dell'emittente televisiva italo-albanese Agon Channel.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Becchetti opera nel settore dei rifiuti[1][2][3]. Azionista della Becchetti Energy Group, società di famiglia che si occupa di energie rinnovabili, negli anni Novanta sbarca in Albania per la costruzione di una centrale idroelettrica, nel sud del Paese,[4] dove riesce a ottenere una concessione, insieme a EnelPower, con cui inizia un contenzioso nel 2000[5]. Nel 2007, coinvolge nel progetto della centrale di Kalivac la Deutsche Bank ma l'accordo non va a buon fine[6].

Piaggio Roma Volley[modifica | modifica wikitesto]

A fine anni Novanta è amministratore delegato della Piaggio Roma Volley[7] con cui vince lo scudetto nel 1999-2000, anno del Giubileo, con record di pubblico al PalaEur (oltre 15.000 persone)[8].

Agon Channel[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2013, fonda il canale televisivo albanese Agon Channel con un investimento di 40 milioni di euro e, dalla fine del 2014, trasmette anche in Italia[3][9][10]. Il 10 ottobre 2015 il canale viene oscurato in Albania dal governo per il mancato pagamento delle forniture di energia elettrica mentre è rimasto attivo in Italia fino alla chiusura anche della versione italiana il 13 novembre 2015.[11][12].

Leyton Orient FC[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2014 acquista il Leyton Orient di Londra, militante nella terza divisione inglese e seconda società calcistica più antica della città, sulla base di un accordo di 4 milioni di sterline[1][13][14][15][16]. [17]

Procedimenti giudiziari[modifica | modifica wikitesto]

L'8 giugno 2015 viene accusato dalla procura albanese di riciclaggio e falso in documentazione. Viene emesso un mandato d'arresto nei suoi confronti.[18]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Tv, rifiuti e Gianvito Plasmati: il Leyton Orient all'italiana, su fantagazzetta.com. URL consultato il 18 dicembre 2014 (archiviato dall'url originale il 18 dicembre 2014).
  2. ^ Becchetti, il patron di Agon channel e quelle ombre sul suo passato
  3. ^ a b Cosa sarà Agon Channel
  4. ^ Cronaca: ultime notizie di cronaca - Corriere della Sera
  5. ^ Enel: la Beg di Cerroni-Becchetti chiede 430mln dopo sentenza in Albania -2- corriere.it
  6. ^ Becchetti l'italiano Quante ombre sul re delle antenne
  7. ^ Piaggio Roma su legavolley.it
  8. ^ PalaEur, festa volley esplode il tifo romano, su ricerca.repubblica.it.
  9. ^ Agon Channel, la rete albanese che trasmette in Italia: la star è Alessio Vinci
  10. ^ Al via Agon Channel, la tv di Francesco Becchetti che ha investito 40 mln di euro
  11. ^ Agon Channel chiude, il governo albanese interrompe le trasmissioni
  12. ^ Agon Channel è stato chiuso: al suo posto, un canale di televendite
  13. ^ Leyton Orient all'italiano Becchetti, su gazzetta.it, La Gazzetta dello Sport, 8 luglio 2014. URL consultato il 28 ottobre 2014.
  14. ^ (EN) Leyton Orient: Barry Hearn sells stake to Francesco Becchetti, su bbc.co.uk, BBC Sport, 7 luglio 2014. URL consultato il 28 ottobre 2014.
  15. ^ Premier League - Italia d'oltremanica: Leyton Orient a Becchetti Archiviato il 18 dicembre 2014 in Internet Archive.
  16. ^ A talk with Alessandro Angelieri Archiviato il 18 dicembre 2014 in Internet Archive.
  17. ^ Albania wins the International Arbitration against Francesco Becchetti, su ocnal.com, Oculus News.
  18. ^ Mandato d’arresto per Francesco Becchetti, editore di Agon Channel
Predecessore Presidente del Leyton Orient Successore
Barry Hearn 7 luglio 2014 — ad oggi in carica