Francesco Alliata

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Francesco Alliata di Villafranca

Francesco Alliata di Villafranca (Palermo, 17 novembre 1919Bagheria, 1º luglio 2015) è stato un nobile, produttore cinematografico e regista italiano.

Le origini[modifica | modifica wikitesto]

Nasce a Palermo, da Gabriele Alliata Bazan e Vittoria San Martino (figlia dello storico Francesco San Martino e De Spucches, duca di Santo Stefano e nobile della famiglia dei principi San Martino Pardo) come Francesco Giuseppe Felice Immacolata Melchiorre Baldassarre Gaspare Dazio Signoretto Alliata, XIV principe di Villafranca e del Sacro Romano Impero, altezza serenissima, grande di Spagna di prima classe (investito nel 1978), duca di Salaparuta, principe di Valguarnera e di Montereale, di Ucria, Trecastagni, Buccheri, Castrorao e Saponara. Tra i suoi titoli, c'è anche quello di primo corriere maggiore ereditario del Regno di Sicilia e cavaliere di Malta.

L'esperienza della Panaria film[modifica | modifica wikitesto]

Dopo gli studi di giurisprudenza a Palermo, durante i quali partecipa al Gruppo Universitario Fascista studentesco, insieme al cugino Quintino di Napoli e agli amici Giovanni Mazza, Pietro Moncada di Paternò, Renzo Avanzo, Fosco Maraini, decide di realizzare una serie di cortometraggi subacquei nelle isole Eolie, primi nel loro genere in Italia, con attrezzature reperite negli Stati Uniti.

In seguito, grazie all'interessamento dello stesso Roberto Rossellini, fondano la Panaria Film, che produrrà tra gli altri il film Vulcano con Anna Magnani e La carrozza d'oro di Jean Renoir[1].

Quei documentari restano tutt'oggi opere di immenso valore, e l'avventura di quei quattro intraprendenti ragazzi ha segnato, seppure per poco, una delle pagine più belle del cinema italiano[2].

Discendenza[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la chiusura della Panaria, si è dedicato all'attività imprenditoriale, producendo gelati e sorbetti siciliani, con il marchio di famiglia XIV Duca di Salaparuta.

Dal matrimonio con Teresa Correale di Santacroce ha avuto Vittoria Alliata di Villafranca, scrittrice e grande studiosa del mondo arabo.

L'eredità di capo della famiglia Alliata ricadrà sul principe Gabriele Alliata di Villafranca, figlio del fratello, il principe Raimondo Alliata di Villafranca, scomparso prematuramente il 23 maggio 1974.

Documentari[modifica | modifica wikitesto]

  • In ricordo di Francesco Alliata: I ragazzi della Panaria di Nello Correale, Italia, 2004, 52'[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Gaetano Cafiero, Il principe delle immagini, Roma, Addictions-magenes Editoriale, 2008, ISBN 978-88-87376-32-6.
  • Francesco Alliata, Il Mediterraneo era il mio regno. Memorie di un aristocratico siciliano, Vicenza, Neri Pozza Editore, 2015, ISBN 978-88-545-0669-5.
Controllo di autoritàVIAF (EN80387327 · ISNI (EN0000 0000 5578 8289 · GND (DE135960401