Firth of Forth

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il Firth of Forth dal Castello di Edimburgo
I Ponti sul Forth attraverso il Firth
Il Forth Bridge (fotografia del 1972)
Foto satellitare del Firth e dell'area circostante
Mappa del Firth
Il servizio con hovercraft Fife-Edimburgo
Il traghetto Ro-Pax Blue Star 1 che passa sotto il Forth Bridge, sul percorso da Rosyth a Zeebrugge.

Firth of Forth è il nome dato alla profonda insenatura creata nella costa orientale della Scozia dall'estuario del fiume Forth, dove esso sfocia nel Mare del Nord, fra l'area amministrativa di Fife a nord, e quelle di West Lothian, la città di Edimburgo e East Lothian a sud. È attraversata dal Forth Bridge.

Geografia ed economia[modifica | modifica wikitesto]

Geologicamente, il Firth of Forth è un fiordo costituito dal ghiacciaio del Forth nell'ultima era glaciale.

Vi sono molte città lungo la costa, come anche i complessi petrolchimici a Grangemouth, la darsena a Leith, l'ex sito di costruzione di piattaforme petrolifere a Methil, l'industria di smantellamento navi a Inverkeithing e la base navale a Rosyth, con numerose altre aree industriali inclusa quella di Forth Bridgehead (costituita da Rosyth, Inverkeithing e la parte meridionale del Dunfermline), Burntisland, Kirkcaldy, Bo'ness e Leven.

Il Kincardine Bridge, il Forth Road Bridge e il Forth Bridge consentono il traffico attraverso il firth. Un quarto attraversamento, situato presso il ponte di Kincardine, ha aperto nel 2008. Il 1º ottobre 2008 fu annunciato che il nuovo ponte sarebbe stato chiamato Clackmannanshire Bridge.[1] Il Queensferry Crossing, un altro nuovo ponte stradale, è in costruzione lungo il Forth Road Bridge, e la sua apertura è prevista per il 2016.[2]

Nel luglio 2007 un servizio passeggeri con hovercraft effettuò due settimane di prova tra Portobello, Edimburgo e Kirkcaldy, nel Fife. Questa prova di percorso (chiamata "Forthfast") fu considerata un grande successo, con un carico passeggeri medio dell'85%.[3] Fu stimato che il servizio poteva tagliare il traffico dei pendolari sulle strade del Forth e sui ponti ferroviari trasportando circa 870.000 passeggeri l'anno.[4] Il progetto è stato accantonato nel dicembre 2011.

La parte interna del firth, cioè tra i ponti Kincardine e Forth, ha perso circa metà della sua zona intercotidale, in conseguenza della bonifica dei terreni ad uso sia per l'agricoltura, che per l'industria e per i depositi di ceneri costruiti per scaricare i resti della centrale di Longannet, alimentata a carbone. Tra i villaggi storici che si trovano lungo la costa del Fife vi sono Limekilns, Charlestown e Culross, il villaggio del VI secolo dove nacque San Mungo.

Isole del Firth of Forth[modifica | modifica wikitesto]

Villaggi sulla costa[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ BBC news report, 1º ottobre 2008
  2. ^ New Forth bridge: Queensferry Crossing wins naming contest, in BBC News, 26 giugno 2013.
  3. ^ Kirkcaldy-Edinburgh hovercraft trial, The Scottish Executive, 13 luglio 2007. URL consultato il 10 gennaio 2010.
  4. ^ Plans lodged for Forth hovercraft, Edinburgh Evening News, 7 gennaio 2010. URL consultato il 10 gennaio 2010.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN246205568 · GND: (DE4275620-0