Ferdinando Gabotto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Asti e la politica sabauda in Italia, 1903
Le più antiche carte dello archivio capitolare di Asti, 1904

Ferdinando Maria Gabotto (Torino, 1866Torino, 24 novembre 1918) è stato uno storico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la maturità, conseguita al Liceo Classico Vincenzo Gioberti, si iscrisse alla Facoltà di Lettere dell'Università di Torino, laureandosi nel 1888 in Storia moderna con Carlo Cipolla.[1] Dapprima docente liceale, insegnò anche al Ginnasio di Bra, fu poi professore di Storia moderna presso l'Università di Messina e di Storia antica e Letteratura italiana all'Università di Genova fino alla morte.

Fondò il periodico La letteratura e, nel 1895, la Società Storica Subalpina,[1] della quale anno dopo anno pubblicò il Bollettino, insieme ad una serie di volumi storici dedicati a varie città del Piemonte. Appartenne alla Massoneria, militando nella loggia Giordano Bruno di Pinerolo, alla quale fu affiliato il 24 febbraio 1903[2].

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Lo stato sabaudo da Amedeo VIII ad Emanuele Filiberto, I-III. Torino 1892-94.
  • Storia del Piemonte nella prima metà del secolo XIV, Torino 1894.
  • L'età del Conte Verde in Piemonte, 1350-1383, 1895.
  • Gli ultimi principi d'Acaia e la politica subalpina dal 1383 al 1407, Pinerolo 1897.
  • Storia di Cuneo dalle origini ai giorni nostri, Cuneo 1898.
  • Studi pinerolesi, Biblioteca della Società storica subalpina 1, Pinerolo, TipChiantore-Mascarelli, 1899.
  • Asti e la politica sabauda in Italia al tempo di Guglielmo Ventura secondo nuovi documenti, Biblioteca della Società storica subalpina. Memorie 7, Pinerolo, TipChiantore-Mascarelli, 1903.
  • Le più antiche carte dello archivio capitolare di Asti, Pinerolo, Tip. Chiantore-Mascarelli, 1904.
  • Barbari nell'Italia occidentale, Biblioteca della Società storica subalpina 61, vol. 1, Torino, TipBaravalle e Falconieri, 1911.
  • Barbari nell'Italia occidentale, Biblioteca della Società storica subalpina 62, vol. 2, Torino, TipBaravalle e Falconieri, 1911.
  • Asti e la politica di Amedeo VIII in Italia dal 1431 al 1435 dai documenti dell'archivio di Stato di Torino, Casale Monferrato, 1915.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Ferdinando Gabotto, su torinoscienza.it. URL consultato il 19 luglio 2019.
  2. ^ Vittorio Gnocchini, L'Italia dei Liberi Muratori, Erasmo ed., Roma, 2005, p. 133.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN27054133 · ISNI (EN0000 0000 6127 5746 · SBN IT\ICCU\CFIV\060223 · LCCN (ENnr90005220 · GND (DE101927304 · BNF (FRcb10499546k (data) · BAV ADV10149430 · CERL cnp00244000 · WorldCat Identities (ENnr90-005220