Facies (medicina)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.

Con il termine facies si indica, in Medicina, l'aspetto e l'espressione del viso caratteristici di certi stati patologici[1][2].

La parola deriva dal latino facies («faccia, aspetto»). La descrizione della facies fa parte del primo passo dell'esame obiettivo del paziente, detta ispezione, ed è studiata in Semeiotica medica. La valutazione della facies ha origini molto antiche, in epoca prescientifica, e tuttora fornisce elementi a volte molto utili e immediatamente acquisibili ai fini della diagnosi[3].

Tipi di facies[modifica | modifica wikitesto]

Molti sono i tipi di facies via via descritti in letteratura medica. In alcuni casi è rimasta la dizione latina o l'eponimo, in altri si utilizza un riferimento ad immagini di fantasia.

  • Facies composita: aspetto normale del volto
  • Facies febrilis (Febbre): arrossamento e sudorazione delle guance, occhi lucidi.
  • Facies mitralica (Stenosi valvolare mitralica): turgore delle giugulari, magrezza e pallore del volto con pomelli arrossati e cianotici, a volte teleangectasici (comparsa di fine rete di vasi)
  • Facies hectica (Tubercolosi): pallore cutaneo, magrezza, zigomi arrossati[4]
  • Facies ippocratica o peritonitica (Peritonite): occhi incavati, naso affilato, colorito grigio-bluastro, orecchie cianotiche, lingua secca. Fu descritta da Ippocrate[5].
  • Facies tetanica o sardonica (Tetano): riso sardonico per contrattura dei muscoli mimici; pinne nasali dilatate, la fronte presenta rughe orizzontali, la rima della bocca è stirata orizzontalmente, le commessure labiali sono rivolte verso il basso, i denti restano scoperti come nel riso; nell'insieme l'espressione è di terrore.
  • Facies parkinsoniana o marmorea (malattia di Parkinson): impoverimento della mimica e scarsità dell'ammiccamento, volto inespressivo e fisso.
  • Facies basedowiana (malattia di Basedow): esoftalmo (protrusione dei bulbi oculari) e atteggiamento ansioso o spaventato, cute sottile e sudata.
  • Facies adenoidea (bambini con ipertrofia delle adenoidi): cute pallida bocca semiaperta con sollevamento del labbro superior, naso a lama di coltello[6].
  • Facies scrofolosa (Adenite tubercolare): cosiddetta perché ricorda il muso del maiale soprattutto nel bambino; volto rigonfio, labbra superiori tumide, eczemi o ragadi delle labbra, naso e cuoio capelluto, occhi arrossati e semichiusi per fotofobia, arrossamento delle congiuntive e delle palpebre, secrezione nasale.
  • Facies linfatica: volto falsamente florido, rotondo, edematoso, roseo o pallido, mucose pallide, sopracciglia sottili.
  • Facies mixedematosa (Ipotiroidismo): faccia “a luna piena”, testa grande, labbra spesse, lingua protrusa, pomelli gonfi e pallidi, edema delle palpebre, capelli radi e secchi
  • Facies orientaloide (malattia di Cooley o Talassemia maior): attacco basso della linea dei capelli, ipertelorismo, epicanto, ponte del naso piatto,naso piccolo e rivolto all'insu, labbro inferiore estroverso e ipotonia del viso.
  • Facies mongoloide (Sindrome di Down): occhi obliqui in basso e in dentro, naso largo e piatto, macroglossia
  • Facies di Hutchinson (Oftalmoplegia nucleare): elevazione dei sopraccigli a causa della contrazione dei muscoli frontali per compensare la paralisi dei muscoli delle palpebre, palpebre semichiuse, immobilità degli occhi.
  • Facies bovina (ipertelorismo): eccessiva distanza tra i due occhi.
  • Facies da furetto (Spondilite anchilosante): micrognazia da mancata crescita dei nuclei dei condili della mandibola (se la malattia esordisce nell'infanzia)
  • Facies lunare (Sindrome di Cushing): viso allargato con ipertrofia ed eritrosi degli zigomi, tipica della sindrome di Cushing
  • Facies leonina (Lebbra): tipica della lebbra lepromatosa con numerosi noduli intradermici che conferiscono al viso l'aspetto di quello di un leone.
  • Facies leprosa (Lebbra): tipica della lebbra, è dovuta ad atrofia della spina nasale anteriore, atrofia della regione alveolare del mascellare superiore e perdita degli incisivi superiori
  • Facies epatica (epatopatie croniche): occhi infossati, subittero cutaneo e congiuntivale, spider angiomatosi, capillari sottocutanei dilatati
  • Facies sclerodermica o di Mauskopf[7] (Sclerosi sistemica): diminuzione della mimica, cute sottile e aderente ai piani sottostanti, naso a punta, labbra sottili e lisce, la cute attorno alla bocca è tesa con formazione di rughe periorali a raggiera, restringimento della rima orale con ridotta motilità[8].
  • Facies virile (irsutismo nel sesso femminile): presenza di peli e barba
  • Facies poliglobulica (Malattia di Vaquez o policitemia vera): colore rosso vinoso della cute, congiuntive congeste.
  • Facies acromegalica (Acromegalia): fronte bassa, arcate sopraccigliari e zigomi prominenti, narici grosse, labbra spesse, mento pronunciato (prognatismo), ipertrofia della lingua e delle orecchie.
  • Facies miopatica (Distrofia facio-scapolo-omerale): espressione immobile con cute liscia, occhi grandi aperti, bocca allargata.
  • Facies miastenica (Miastenia): ptosi palpebrale e paralisi dei muscoli mimici

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dorland's Medical Dictionary, 32nd edition, Saunder Publishers, 2011, ISBN 978-1-4160-6257-8.
  2. ^ Rasario, pag. 6
  3. ^ Augusto Murri, Lezioni di clinica medica, Milano, Società Editrice Libraria, 1908.
  4. ^ «Facies» in Enciclopedia Medica Treccani, treccani.it. URL consultato il 20 ottobre 2015.
  5. ^ Chadwick J. e Mann W.N., Hippocratic writings, Harmondsworth, UK, Penguin, 1978, pp. 170-171, ISBN 0-14-044451-3.
  6. ^ Margaret A. Kenna, Charles D. Bluestone e Sylvan E. Stool, Chapters 58–59, in Pediatric otolaryngology, vol. 2, Philadelphia, Saunders, 1996, ISBN 0-7216-5248-4.
  7. ^ Dal tedesco: «testa di topo»
  8. ^ Sundriyal D, Mauskopf facies, in BMJ Case Rep, nº 5, 2013, p. 2013, DOI:10.1136/bcr-2013-200163, PMID 23833106.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina