Pallore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Pallore
Scarlet fever 1.JPG
Pallore in una bambina affetta da scarlattina
Classificazione e risorse esterne (EN)
ICD-9-CM 782.61
MedlinePlus 003244
Il fenomeno di Raynaud è una situazione di pallore distrettuale

Il pallore è la riduzione del normale colorito della cute, nonché di mucose e di organi, dovuto a una riduzione del flusso sanguigno nei capillari superficiali di taluni o tutti tali distretti corporei oppure a una riduzione della quantità di emoglobina contenuta negli eritrociti o del numero degli eritrociti, anche in presenza di normale flusso sanguigno[1][2][3]. Rappresenta un segni clinico dello stato di sanguificazione[3].

Patogenesi[modifica | modifica wikitesto]

Si possono distinguere due tipologie di pallore[3]:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ pallore, in Dizionario della Salute del Corriere della Sera. URL consultato il 24 gennaio 2016.
  2. ^ Pallore, in Dizionario di Medicina Treccani. URL consultato il 24 gennaio 2016.
  3. ^ a b c Caniggia, pp. 94, 2005.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Ranuccio Nuti, Angelo Caniggia, Metodologia clinica, Torino, Minerva Medica, 2005, ISBN 88-7711-410-X.
  • Douglas M. Anderson, A. Elliot Michelle, Mosby’s medical, nursing, & Allied Health Dictionary sesta edizione, New York, Piccin, 2004, ISBN 88-299-1716-8.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina