Fabio Perini (azienda)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Fabio Perini S.p.A.
StatoItalia Italia
Forma societariaSocietà per azioni
Fondazione1966 a Lucca
Fondata daFabio Perini
Sede principaleLucca
GruppoKörber Process Solutions
FilialiDüsseldorf, Fuji, Green Bay, Joinville, Londra, Miami, Mosca, Parigi, Seul, Singapore, Shanghai
Persone chiaveStefan Kirschke, CEO, CFO
SettoreMetalmeccanica
ProdottiProgettazione e costruzione macchinari per la trasformazione della carta tissue
Dipendenti566 (2011)
Sito web

La Fabio Perini S.p.A. è un'azienda italiana, con sedi in tre continenti, specializzata nella progettazione e produzione di macchinari per la trasformazione e il confezionamento della carta tissue. È parte del gruppo tedesco Körber e della sua divisione Körber Process Solutions.

Introduzione[modifica | modifica wikitesto]

La Fabio Perini S.p.A. è un'azienda metalmeccanica fondata a Lucca nel 1966 dall'inventore e imprenditore Fabio Perini. L'azienda è specializzata nella progettazione e produzione di macchinari per la trasformazione della carta tissue, rotoli industriali e per il relativo confezionamento.

La sede principale si trova a Lucca; altre undici sedi, otto di vendita e cinque di produzione, sono dislocate in tre continenti (America, Europa e Asia[1]).

Dal 1994 fa parte della divisione Körber Process Solutions del gruppo multinazionale tedesco Körber con sede ad Amburgo, in Germania.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La sede principale di Lucca della Fabio Perini S.p.A.

Fabio Perini e l'espansione dell'azienda[modifica | modifica wikitesto]

L'attività imprenditoriale di Fabio Perini inizia nel 1960, quando inventa un macchinario per il taglio automatico della carta "tissue"[2] (primo della serie di numerosi brevetti[3]).

Nel 1966 Fabio Perini fonda l'azienda individuale omonima, la Fabio Perini, con lo scopo di progettare nuove tecnologie e produrre macchinari per la trasformazione della carta per usi domestici (ad esempio: macchinari per la produzione di carta asciugatutto).

Negli anni sessanta, con il modificarsi degli stili di vita, il settore della carta per usi domestici si sviluppa sensibilmente[4].

Questa crescita favorisce l'azienda lucchese che cresce fino a trasformarsi, nel 1973, in una Società per azioni.

Fabio Perini S.p.A.[modifica | modifica wikitesto]

Trasformata in una società per azioni, la Fabio Perini S.p.A. vive una fase di espansione internazionale. Negli anni settanta vengono aperte nuove sedi in Europa e America: due sedi di vendita in Europa (a Parigi nel 1974 e a Düsseldorf nel 1976), una sede di vendita negli Stati Uniti (a Green Bay nel 1978) e una sede di produzione in America Latina (a Joinville, Brasile, nel 1975)[5].

Negli anni ottanta e novanta ulteriori nuove sedi di vendita vengono aperte in Asia (a Yokohama nel 1984, a Hong Kong nel 1985 e a Fuji nel 1991), Europa (a Londra nel 1984) e Stati Uniti (a Miami nel 1990)[5].

In poco più di 20 anni, grazie a numerosi brevetti originali,[3][6] la Fabio Perini si è trasformata da azienda individuale in una multinazionale[4] capace di servire il 75% del mercato mondiale[6].

Nel 1991, per la sua capacità imprenditoriale, il fondatore Fabio Perini viene nominato Cavaliere Del Lavoro[2].

Ingresso nel gruppo Körber[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1994 il fondatore Fabio Perini cede la sua azienda alla multinazionale tedesca Körber, gruppo multinazionale specializzato nella produzione di macchine industriali.
La sede principale della Fabio Perini S.p.A. rimane a Lucca.

L'espansione dell'azienda continua e tre nuove sedi vengono aperte in Asia: due di vendita (a Singapore nel 1994 e a Seul nel 1995) e una di produzione (a Shanghai nel 2002[7]).

Nel 2003 viene aperta a Lucca la Perini Engraving S.r.l.[8], divisione del gruppo che si occupa della produzione di macchinari per la goffratura (in inglese engraving o embossing), ovvero il processo che permette di imprimere disegni in rilievo sulla carta (ad esempio sui tovaglioli o sugli asciugatutto).

Nel 2006 la Fabio Perini S.p.A. ha avuto un fatturato 169 milioni di euro[9].

Il 1º dicembre 2008 è stato nominato il nuovo Amministratore delegato, Alessandro Bulfon[10].

Dal 1º settembre 2012 Stefano Di Santo[11] assume l'incarico di Amministratore delegato, della Fabio Perini S.p.A. diventando, in qualità di CEO, anche il responsabile della Fabio Perini Business Unit a livello mondiale.

Stabilimenti[modifica | modifica wikitesto]

Sedi produttive[modifica | modifica wikitesto]

Prodotti[modifica | modifica wikitesto]

Alcuni dei macchinari prodotti della Fabio Perini S.p.A. sono[12]:

  • Macchine per la trasformazione e il confezionamento (Casmatic) di rotoli igienici e da cucina;
  • Macchine per la trasformazione di rotoli industriali;
  • Macchine per il confezionamento (Casmatic) di prodotti piegati.

Perini Journal[modifica | modifica wikitesto]

Dal 1979 al 1989 la Fabio Perini S.p.A. pubblica l'house organ Perini News Sheet. Nel 1989 questa pubblicazione, dedicata non solo a informare i dipendenti ma anche gli operatori di settore sull'andamento del mercato del tissue, cambia nome e viene chiamato Perini Journal - The World of Tissue. Sotto questa forma diventa una rivista semestrale con staff editoriale permanente e collaborazioni con esperti di settore e giornalisti, ed estende i suoi ambiti anche al di fuori del settore cartario, verso la cultura della carta in senso lato e verso la cultura in generale. Come Perini Journal viene pubblicata in edizione occidentale in italiano e inglese, con una tiratura media di 17.500 copie, e orientale, in cinese e inglese, con una tiratura media di 2.500 copie. Per distribuzione e numero di copie distribuite agli operatori di settore, è, nel mondo, il primo periodico specializzato nel tissue.[senza fonte]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Aziende Portale Aziende: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di aziende