Sportklub Niederösterreich Sankt Pölten (femminile)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da FSK St.Pölten-Spratzern)
Jump to navigation Jump to search
S.K.N. St. Pölten Frauen
Calcio Football pictogram.svg
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali 600px Giallo e Blu.svg Giallo, blu
Dati societari
Città Sankt Pölten
Nazione AUT
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Austria.svg ÖFB
Campionato ÖFB Frauen Bundesliga
Fondazione 2006
Presidente Austria Gottfried Tröstl
Allenatore Austria Maria Wolf
Stadio NV Arena
(8 000 posti)
Sito web www.skn-frauen.at
Palmarès
Titoli nazionali 5 campionati austriaci
Trofei nazionali 7 Coppa d'Austria
Dati aggiornati al 21 novembre 2020
Si invita a seguire il modello di voce

Lo Sportklub Niederösterreich Sankt Pölten Frauen, citato anche nella sua forma contratta SKN St. Pölten Frauen o semplicemente St. Pölten, e come FSK Simacek St. Pölten per ragioni di sponsorizzazione, è una squadra di calcio femminile austriaca con sede a Sankt Pölten, capitale dello Stato federato della Bassa Austria. Milita nella ÖFB Frauen Bundesliga, massimo livello del campionato austriaco di calcio femminile, della quale ha vinto quattro edizioni.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il club venne fondato nel 2006 come sezione femminile dell'A.S.V. Spratzern. Venne iscritto nella Frauen Gebietsliga, quarto livello nazionale, e, vincendo il proprio raggruppamento, venne promosso in 1. Landesliga. Alla seconda stagione nel girone regionale della Bassa Austria venne promosso in Frauen 2. Liga, seconda serie nazionale. Alla prima stagione in 2. Liga perse gli spareggi promozione, che poi vinse nella stagione successiva 2010-2011, venendo così promosso in ÖFB-Frauenliga, massima serie del campionato nazionale, per la prima volta nella sua storia[1].

La prima stagione in ÖFB-Frauenliga venne conclusa con un secondo posto, replicato anche nelle due stagioni successive, sempre dietro al Neulengbach. Nella stagione 2012-2013 conquistò il suo primo trofeo, la Coppa d'Austria. Grazie al secondo posto conquistato al termine della stessa stagione 2012-2013, il club, con la nuova denominazione Frauen Sportklub St. Pölten-Spratzern[2], guadagnò l'accesso ai sedicesimi di finale della UEFA Women's Champions League 2013-2014. La prima partecipazione alla competizione UEFA si concluse subito ai sedicesimi con la sconfitta contro la Torres. Al termine della stagione 2014-2015 il St. Pölten-Spratzern pose fine alla serie di dodici vittorie consecutive del Neulengbach, vincendo per la prima volta la ÖFB Frauen Bundesliga con 17 vittorie e un pareggio su 18 partite[3]. Replicò la stessa prestazione anche nella stagione 2015-2016, conquistando nuovamente anche la Coppa d'Austria. La seconda partecipazione alla UEFA Women's Champions League nell'edizione 2015-2016 ebbe epilogo analogo alla prima, venendo il St. Pölten-Spratzern eliminato subito ai sedicesimi di finale da una compagine italiana, questa volta l'AGSM Verona.

Il 17 giugno 2016 il club venne integrato nella struttura societaria del S.K.N. Sankt Pölten, diventandone la sezione femminile[4]. La squadra vinse il campionato anche nelle stagioni 2016-2017 e 2017-2018[5], così come conquistò la Coppa d'Austria al termine delle stesse stagioni.

La partecipazione del club alla UEFA Women's Champions League dopo essersi interrotta ai sedicesimi, eliminato dal torneo dalle danesi del Brøndby nell'edizione 2016-2017, dalle inglesi del Manchester City in maniera più netta nell'edizione 2017-2018, e in seguito dalle francesi del Paris Saint-Germain (2018-2019) e dalle olandesi del Twente (2019-2020), nell'edizione edizione 2020-2021 approda per la prima volta agli ottavi di finale a discapito delle svizzere dello Zurigo.

Cronistoria[modifica | modifica wikitesto]

Cronistoria del S.K.N. St. Pölten Frauen
  • 2006 - Fondazione della sezione femminile dell'A.S.V. Spratzern.
  • 2006-2007 - 1º nel girone ovest della Frauen Gebietsliga. Promosso in 1. Landesliga.
  • 2007-2008 - 5º nel girone Bassa Austria della 1. Landesliga.
  • 2008-2009 - 1º nel girone Bassa Austria della 1. Landesliga. Promosso in 2. Liga.
  • 2009-2010 - 1º nel girone est della 2. Liga. Perde gli spareggi promozione.
  • 2010-2011 - 1º nel girone est della 2. Liga. Vince lo spareggio promozione. Promosso in ÖFB-Frauenliga.
  • 2011-2012 - 2º in ÖFB-Frauenliga.
  • 2012-2013 - 2º in ÖFB-Frauenliga. La ÖFB-Frauenliga è rinominata ÖFB Frauen Bundesliga.
Vince la ÖFB-Ladies-Cup. (1º titolo)
  • 2013 - Cambio di denominazione in Frauen Sportklub St. Pölten-Spratzern.
  • 2013-2014 - 2º in ÖFB Frauen Bundesliga.
Vince la ÖFB-Ladies-Cup. (2º titolo)
Sedicesimi di finale in UEFA Women's Champions League.
  • 2014-2015 - Campione d'Austria. (1º titolo)
Vince la ÖFB-Ladies-Cup. (3º titolo)
  • 2015-2016 - Campione d'Austria. (2º titolo)
Vince la ÖFB-Ladies-Cup. (4º titolo)
Sedicesimi di finale in UEFA Women's Champions League.
  • 2016 - Cambio di denominazione in Sportklub Niederösterreich Sankt Pölten Frauen.
  • 2016-2017 - Campione d'Austria. (3º titolo)
Vince la ÖFB-Ladies-Cup. (5º titolo)
Sedicesimi di finale in UEFA Women's Champions League.
  • 2017-2018 - Campione d'Austria. (4º titolo)
Vince la ÖFB-Ladies-Cup. (6º titolo)
Sedicesimi di finale in UEFA Women's Champions League.
  • 2018-2019 - Campione d'Austria. (5º titolo)
Vince la ÖFB-Ladies-Cup. (7º titolo)
Sedicesimi di finale in UEFA Women's Champions League.
  • 2019-2020 - ÖFB Frauen Bundesliga cancellata causa pandemia di COVID-19.
ÖFB-Ladies-Cup cancellata causa pandemia di COVID-19.
Sedicesimi di finale in UEFA Women's Champions League.
  • 2020-2021 - iscritta alla ÖFB Frauen Bundesliga.
in ÖFB-Ladies-Cup.
in UEFA Women's Champions League.

Calciatrici[modifica | modifica wikitesto]

Arrows-folder-categorize.svg Le singole voci sono elencate nella Categoria:Calciatrici dello S.K.N. Sankt Pölten

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

2014-2015, 2015-2016, 2016-2017, 2017-2018, 2018-2019
2012-2013, 2013-2014, 2014-2015, 2015-2016, 2016-2017, 2017-2018, 2018-2019

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Risultati nelle competizioni UEFA[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Competizione Fase Avversario Risultato
andata ritorno aggregato
2013-14 Champions League sedicesimi di finale Italia Torres 2-2 1-3 3-5
2015-16 Champions League sedicesimi di finale Italia Verona 4-5 2-2 6-7
2016-17 Champions League sedicesimi di finale Danimarca Brøndby 0-2 2-2 2-4
2017-18 Champions League sedicesimi di finale Inghilterra Manchester City 0-3 0-3 0-6

Organico[modifica | modifica wikitesto]

Rosa 2020-2021[modifica | modifica wikitesto]

Rosa, ruoli e numeri di maglia come da sito ufficiale, aggiornati al 18 dicembre 2020[6].

N. Ruolo Giocatore
1 Austria P Sophie Lindner
4 Croazia D Leonarda Balog
6 Austria C Lina Nowak
9 Austria A Alina Schönbauer
10 Svizzera C Isabelle Meyer
11 Austria A Christina Edlinger
12 Austria C Julia Hickelsberger
13 Austria D Catherine Schmidt
14 Slovacchia D Alexandra Bíróová
15 Austria D Nadine Seidl
16 Austria D Adina Hamidovic
17 Austria A Lisa Marie Makas
18 Austria A Melanie Brunnthaler
19 Austria D Julia Tabotta
20 Austria C Jennifer Klein
N. Ruolo Giocatore
22 Austria A Stefanie Enzinger
23 Ungheria A Bernadett Zágor
24 Slovenia C Mateja Zver
25 Austria C Johanna Rauchberger
27 Austria C Jasmin Eder
28 Austria C Jana Sophie Scharnböck
30 Austria P Melissa Abiral
31 Austria D Johanna Haag
32 Austria P Isabella Kresche
37 Austria D Anna Bereuter
40 Austria D Chiara Schwarzinger
42 Austria D Leonie Müller
44 Austria A Mariella Falkensteiner
77 Austria C Laetitia Barabas
89 Croazia C Tea Krznarić

Rosa 2019-2020[modifica | modifica wikitesto]

Rosa, ruoli e numeri di maglia come da sito ufficiale[7].

N. Ruolo Giocatore
3 Austria D Nicole Sauer
4 Croazia D Leonarda Balog
5 Austria D Gina Babicky
7 Slovacchia C Mária Mikolajová
8 Austria C Carina Mahr
9 Austria C Claudia Wasser
10 Svizzera C Isabelle Meyer
11 Austria A Christina Edlinger
13 Austria A Lara Felix
14 Slovacchia D Alexandra Bíróová
15 Austria D Nadine Seidl
17 Austria A Valentina Schwarzlmüller
18 Austria A Melanie Brunnthaler
19 Austria D Julia Tabotta
20 Austria D Annabel Schasching
N. Ruolo Giocatore
21 Austria A Stefanie Enzinger
22 Austria C Evelin Kurz
23 Ungheria A Bernadett Zágor
24 Slovenia C Mateja Zver
25 Austria D Johanna Rauchberger
26 Austria C Anna Holl
27 Austria C Jasmin Eder
28 Austria C Jana Sophie Scharnböck
19 Austria D Anna Rea
30 Austria P Melissa Abiral
32 Austria P Isabella Kresche
34 Austria D Michela Croatto
48 Ungheria A Vanessza Nagy
77 Austria D Laetitia Barabas

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Austria (Women) 2010/11, su rsssf.com, 21 giugno 2012. URL consultato il 14 settembre 2018.
  2. ^ (DE) Neuer Spielplan für "neue" teams, su fanreport.com, 1º luglio 2013. URL consultato il 14 settembre 2018 (archiviato dall'url originale il 28 marzo 2019).
  3. ^ (DE) St. Pölten-Spratzern ist erstmals Meister, su derstandard.at, 9 maggio 2015. URL consultato il 14 settembre 2018.
  4. ^ (DE) Spratzerner Frauen spielen künftig für den SKN, su noe.orf.at, 18 giugno 2016. URL consultato il 14 settembre 2018.
  5. ^ (DE) SKN St. Pölten zum vierten Mal in Folge Frauen-Meister, su derstandard.at, 11 maggio 2017. URL consultato il 14 settembre 2018.
  6. ^ (DE) SKN St.Pölten Frauen: kader, su skn-frauen.at. URL consultato il 18 dicembre 2020.
  7. ^ (DE) SKN St.Pölten Frauen: tor, su skn-frauen.at. URL consultato il 27 agosto 2019 (archiviato dall'url originale il 15 settembre 2018).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • (DE) Sito ufficiale, su skn-frauen.at. URL consultato il 14 settembre 2018 (archiviato dall'url originale il 28 marzo 2019).
  • (DE) Scheda, su vereine.fussballoesterreich.at.
Controllo di autoritàVIAF (EN6727149719117811130008
Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio