FN Model 1910

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
FN Model 1910
FN Model 1910 della Gendarmerie di Vaud, in mostra al castello-museo di Morges
FN Model 1910 della Gendarmerie di Vaud, in mostra al castello-museo di Morges
Tipo Pistola semiautomatica
Origine Belgio Belgio
Produzione
Progettista John Browning
Costruttore Fabrique Nationale de Herstal (FN)
Varianti Vedi Varianti
Descrizione
Peso model 1910 - ca. 590 g; model 1922 - ca. 700 g (scarico)
Lunghezza model 1910 - 153 mm; model 1922 - 178 mm
Lunghezza canna model 1910 - 88 mm; model 1922 - 113 mm
Calibro 9 mm, 7,62 mm
Munizioni 9 × 17 mm Browning.380 ACP
7,65 × 17 mm Browning .32 ACP
Azionamento Massa battente
Alimentazione caricatore rimovibile da 6 colpi (.380) o 7 colpi (.32)
1922: caricatore rimovibile da 8 colpi (.380) o 9 colpi (.32)

World Guns.ru [1]

voci di armi da fuoco presenti su Wikipedia

La FN Model 1910 è una pistola semiautomatica a massa battente progettata da John Browning e prodotta dalla belga Fabrique Nationale de Herstal (FN).

Sviluppo[modifica | modifica sorgente]

La FN Model 1910 fu un'arma che si distaccava dai precedenti progetti di Browning. Prima i suoi modelli erano prodotti sia dalla FN in Europa che dalla Colt's Manufacturing Company statunitense. Siccome la Colt non volle produrre quest' arma, Browning decise di brevettarla e produrla solo in Europa. Introdotta nel 1910, questa pistola usava una molla di rinculo innovativa che circondava la canna. Questo posizionamento divenne standard per alcune armi successive, quale la Walther PPK e la russa Makarov. Incorporava il tipico meccanismo Browning ed una sicura sull'impugnatura, insieme ad una sicura del caricatore ed una leva di sicura esterna (conosciuto come la "tripla sicura") in un corpo abbastanza compatto. Prodotto in .380 ACP (caricatore da 6 colpi) e .32 ACP (caricatore da 7 colpi), rimase in produzione sino al 1983.

Una FN 1910, con il numero seriale 19074, in .32 ACP[2][3][4] (gli altri pezzi comprati per i membri della Mlada Bosna avevano numeri 19075, 19120 e 19126) fu l'arma usata da Gavrilo Princip per assassinare Francesco Ferdinando d'Asburgo-Este a Sarajevo, il 28 giugno 1914, dando così il via ad una spirale di eventi che portò alla prima guerra mondiale[5].

Varianti[modifica | modifica sorgente]

FN Model 1922 in 7,65mm
Una variante della M1910 era conosciuta variabilmente come Model 1922 o 1910/22. Questo modello era più grande con canna più lunga (113 mm), carrello allungato, e l'impugnatura del castello più lunga per contenere due colpi in più. Questa arma era intesa per militari e polizia, e molti pezzi furono prodotti per varie agenzie. La FN M1922 fu inizialmente prodotta per il Regno di Jugoslavia (poi Jugoslavia nel 1929). Le M1922 continuarono ad essere usate nella seconda guerra mondiale, ed a essere prodotte dai tedeschi dopo l'occupazione del Belgio e la presa della fabbrica della FN. Gli esemplari prodotti in questo periodo mostrano marchi di produzione nazisti. La M1922 fu anche usata da: Jugoslavia, Olanda, Grecia, Turchia, Romania, Francia, Finlandia, Danimarca e Germania Ovest nel periodo postbellico.
Browning Model 1955 con caricatore da cinque colpi

Nel 1955 la Browning Arms Company introdusse questa pistola nel mercato statunitense con il nome di Model 1955. prodotta in Belgio, questo modello era praticamente identico al modello europeo, tranne che per i marchi di produzione. L'importazione terminò nel 1968 a causa dell'introduzione di leggi sulle armi molto più restrittive negli Stati Uniti. un'altra versione, la Model 1971 presentava canna e carrello più lunghi, mire aggiustabili, impugnatura ingrandita con poggiadito. Queste modifiche furono apportate in accordo con il Gun Control Act del 1968, lo stesso che aveva bloccato le importazioni dell'M1955.

La Model M1910 nella cultura di massa[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Modern Firearms - FN Browning M1910 and M1922
  2. ^ Melvin Maynard Johnson, Charles Tower Haven, Automatic arms: their history, development and use, W. Marrow and co, 1941, p. 46.
  3. ^ William R Weir, Turning points in military history, Citadel, 2005, p. 142, ISBN 978-0-8065-2627-0.
    «La scintilla fu data da una pistola calibro .32».
  4. ^ David Miller, The History of Browning Firearms: Fortifications Around the World, The Lyons Press, 2006, p. 28, ISBN 978-1-59228-910-3.
  5. ^ Kate Connolly, Found: the gun that shook the world in The Daily Telegraph, 22 giugno 2004.
  6. ^ http://www.droni.it/enrico/lupin/index.html Droni.it: Armi Lupin III

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Vojta, Jira T. in AutoMag, Volume XXXII, numero 10, gennaio 2000, pp. 231–233.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

guerra Portale Guerra: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di guerra