Castello (armi)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Fucili AR-15 con due configurazioni diverse per il castello superiore, il castello inferiore è mostrato in basso

Il castello è quella parte di un'arma da fuoco che contiene le parti operative[1].

Di solito è posto sopra l'impugnatura ed il caricatore, tra la culatta e il calcio, e può essere fatto di acciaio stampato o alluminio. Oggi sono a volte fatti di polimeri o con la sinterizzazione di polveri metalliche.[2]

Nelle pistole il castello include l'impugnatura (chiamata anche calcio); nelle pistole semiautomatiche è posto sotto il carrello, nei revolver intorno al tamburo.

Agli effetti legali il castello è parte indispensabile di arma da fuoco, quindi il suo possesso va denunciato alle autorità, anche se non fa parte di un'arma da fuoco completa.[3]

Una Colt M1911 DW Patriot bicolore, con carrello nero e castello nichelato

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ "Armi, storia, tecnologia, evoluzione dalla preistoria a oggi", Mondadori, ISBN 978-88-370-5218-8
  2. ^ HK416 modular assault rifle / carbine / upper receiver assembly (Germany). URL consultato il 5 agosto 2010.
  3. ^ Sintesi del diritto delle armi
armi Portale Armi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di armi