Evangeliario di Ottone III

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Evangeliario di Ottone III: l'Evangelista Luca.

L'Evangeliario di Ottone III è un'opera di miniatura del periodo ottoniano del quale costituisce uno dei capolavori. Il manoscritto fu creato verosimilmente verso l'anno 1000 su commissione dell'imperatore Ottone III o del suo successore Enrico II, presso lo scriptorium dell'Abbazia di Reichenau ed appartiene al cosiddetto Liuthar-Gruppe .

Il libro consta di pagine a due facciate, contiene 34 miniature a tutta pagina, dodici tavole canoniche e quattro capilettera a tutta pagina. La copertina anteriore contiene un intaglio bizantino in avorio con la Morte di Maria ed è adornato con 188 pietre preziose.

L'Evangeliario appartenne fino al 1803 al Tesoro del Duomo di Bamberga e, nel corso della secolarizzazione passò alla Bayerische Staatsbibliothek di Monaco di Baviera, dove è tuttora conservato al numero Clm 4453. Con altre opere della Scuola dell'Abbazia di Reichenau, nel 2003 il manoscritto venne inserito nell'elenco UNESCO Memoria del mondo.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Das Evangeliar Ottos III. Clm 4453 der Bayerischen Staatsbibliothek München. Hrsg. von Florentine Mütherich und Karl Dachs. Prestel, München, London, New York 2001, ISBN 978-3-7913-2431-9.
  • Patricia Engel, Bernhard Gallistl. Die Reichenauer Handschriften der Dombibliothek Hildesheim und der Herzog August Bibliothek Wolfenbüttel im Vergleich. In: Wolfenbütteler Beiträge 15 (2009), S. 129–178.
  • Kunibert Bering: Kunst des frühen Mittelalters (Kunst-Epochen, Band 2). Reclam, Stuttgart 2002. ISBN 3-15-018169-0.
  • Ingo F. Walther, Norbert Wolf: Meisterwerke der Buchmalerei,, S. 114-117, Köln u. a., Taschen 2005, ISBN 3-8228-4747-X.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]