Enrico Mainardi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Enrico Mainardi

Enrico Mainardi (Milano, 19 maggio 1897Monaco di Baviera, 10 aprile 1976) è stato un violoncellista, compositore e docente italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Diplomatosi giovanissimo al Conservatorio di Milano,[1] iniziò subito la carriera concertistica, sia come solista che in formazioni cameristiche, esibendosi insieme a interpreti prestigiosi quali Ernő Dohnányi, Ildebrando Pizzetti, Edwin Fischer e Carlo Zecchi.

Ha tenuto dal 1933 il corso di perfezionamento in violoncello all'Accademia di Santa Cecilia, svolgendo attività didattica anche all'estero a Berlino,[1] Salisburgo e Lucerna.

Musicista completo, si è dedicato anche alla direzione d'orchestra (1952) e alla composizione, con una nutrita produzione cameristica in cui il violoncello recita un ruolo di primo piano.

Nel 1967 fonda un trio con Severino Gazzelloni e Guido Agosti.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Concerto per violoncello e archi (1966)
  • Quartetto (1951)
  • Sonata quasi fantasia per violoncello (1962)
  • 6 Studi trascendentali (1923- 1953)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b le muse, VII, Novara, De Agostini, 1966, p. 181.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN29720079 · ISNI (EN0000 0000 6301 8604 · SBN UFIV106065 · Europeana agent/base/95596 · LCCN (ENn83175874 · GND (DE118576496 · BNE (ESXX1593349 (data) · BNF (FRcb13923684s (data) · J9U (ENHE987007590286505171 · WorldCat Identities (ENlccn-n83175874