Enrico Besta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Enrico Besta (Tresivio, 29 giugno 1874Milano, 12 luglio 1952) è stato un giurista e storico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Giovanissimo fu subito appassionato dagli studi: a soli tredici anni iniziò a trascrivere documenti valtellinesi.

Iniziò la propria carriera nell'università italiana come studioso di storia del diritto italiano all'Università di Padova.

Vinse all'età di ventiquattro anni la cattedra di Storia del diritto all'Università di Cagliari.

In pochi anni divenne uno dei più importanti studiosi di storia del diritto italiano, allargando le proprie conoscenze a tutto il mondo del diritto. In breve tempo raggiunse la fama internazionale e approfondì molti temi storici con particolare riguardo al periodo medievale, alla Sardegna e Valtellina.

Nel 1908-1909 pubblicò La Sardegna medievale, opera composta da due volumi. Nel 1938 si dedicò alla storia delle fonti del diritto e scrisse Fonti del diritto italiano dalla caduta dell'impero romano sino ai tempi nostri.

Nel 1924 divenne docente presso l'Università di Milano.

Fu consigliere nel 1952 del Centro italiano di studi sull'alto medioevo di Spoleto.

Morì a Milano il 12 luglio 1952 all'età di 79 anni.

Liber consuetudinum Mediolani anni 1216, 1949

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Jacopo Bertaldo e lo splendor venetorum civitatis consuetudinum, Venezia, Visentini, 1897.
  • Il senato veneziano (origine, costituzione, attribuzioni e riti), Venezia, 1899.
  • Appunti per la storia del diritto penale nel dogado veneziano innanzi al 1232, Milano, Società editrice libraria, 1899.
  • Per la storia del Giudicato di Cagliari al principiare del secolo decimoterzo, Sassari, Tipografia e libreria Gallizzi, 1901.
  • La legislazione medievale di Sardegna, Palermo, Boccone del Povero, 1908.
  • Sulla composizione della Cronaca veneziana attribuita al diacono Giovanni, Venezia, C. Ferrari, 1914.
  • Le relazioni tra la c. d. Summa Raymundi e la letteratura giuridica italiana, Roma, A. Sampaolesi, 1924.
  • Arrigo Solmi, I condaghi di s. Nicola di trullas e di s. Maria di bonarcado, Milano, Giuffrè, 1937.
  • Fonti del diritto italiano dalla caduta dell'impero romano sino ai tempi nostri, Padova, CEDAM, 1938.
  • Bormio antica e medioevale e le sue relazioni con le potenze finitime, Milano, Giuffrè, 1945.
  • Avviamento allo studio della storia del diritto italiano, Milano, Giuffrè, 1946.
  • Il diritto internazionale nel mondo antico, Milano, Giuffrè, 1946.
  • Liber consuetudinum Mediolani anni 1216, Milano, Giuffrè, 1949.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN14858188 · ISNI (EN0000 0000 8339 456X · SBN IT\ICCU\RAVV\055469 · LCCN (ENn85277861 · GND (DE1058039741 · BNF (FRcb12407447k (data) · BAV ADV10084506 · WorldCat Identities (ENn85-277861