Eloy Fritsch

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Eloy Fritsch
Eloy F Fritsch photo 2017.jpg
Eloy Fritsch 2017
NazionalitàBrasile Brasile
GenereMusica elettronica
New age
Periodo di attività musicale1983 – in attività
StrumentoTastiera
Sintetizzatore
EtichettaMusea, Rock Symphony, Atração
Sito ufficiale

Eloy Fernando Fritsch Fritsch, nome completo Eloy Fernando Fritsch (Rio Grande do Sul, 1º marzo 1968), è un musicista e compositore brasiliano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

La sua attrazione più profonda è verso l'elettronica progressive, molto presto prende la decisione di studiare musica per creare successivamente una band. Nel 1983 forma il gruppo Apocalypse. Nel 1994 decide di registrare in studio queste tracce per far nascerei il suo primo CD Dreams. La sua passione per lo spazio si identifica perfettamente nella sua musica, unendo il suo sentimento in relazione al fatto di non essere soli nell'Universo e di cercarne la vera conoscenza Del Cosmo.[1] Nel 1997 pubblica Behind the Walls of Imagination, riversandone brani molto più progressive e new age, influenzato anche da stili di tastieristi degli anni´70, volendo dare all'ascoltatore l'opportunità di avere altri orizzonti. Fritsch firma un contratto con la Musea Records francese, sotto la label Dreaming che si occupa di Musica Elettronica, pubblicando il CD Space Music. Nella sua carriera gli viene dato un riconoscimento in Computer Music e quindi può insegnare come docente di Musica Elettronica all'Università Federale di Rio Grande do Sol a Porto Alegre.[1] Nel 1999 crea l'Electronic Music Center all´Instituto delle Arti all´Università Federale, il più grande laboratorio di Musica Elettronica in tutto il sud del Brasile.[1] Intanto gli Apocalypse vengono invitati negli USA al ProgDay99, ed Eloy Fritsch viene scelto come migliore tastierista del Festival[1] Tale Concerto viene realizzato in um doppio álbum intitolato “Live in USA” per l'etichetta Rock Symphony di Rio de Janeiro. La stessa label provvede a pubblicargli il CD Cyberspace, molto melodico ed elaborato com atmosfere da Jean-Michel Jarre a Vangelis e molti passaggi alla Rick Wakeman.[2] Nel 2001 pubblica Mythology, 15 brani tutti esclusivamente dedicati ai differenti miti del passato. Um ottimo uso Del suo arsenale elettronico per calare l'ascoltatore tra lê pieghe Del tempo e dello spazio. Infine, realizza Atmosphere – Electronic Suite, completamente ispirato all'invisibile straticità dell'aria terrestre.[3]

Nel 2003, Fritsch perfeziona le registrazioni dell'album Landscapes che finisce per essere pubblicato solo nel 2005. Con temi più brevi e influenzati dal progressivo, Fritsch presenta quasi un ritorno al CD Behind the Walls of Imagination. Alexandre Bandeira, che aveva già partecipato alla produzione dell'album del 1997, viene nuovamente scelto per realizzare la copertina e gli inserti. Magnifica arte ritrae i paesaggi immaginari della musica di Fritsch. La traccia di Andromeda diventa il pezzo forte di questo album scelto per due compilation: l'argentino Compact Mellotron 34 e Dutch Edition # 15. Successivamente, una versione ridotta della canzone Andromeda viene rilasciata in un video clip.[4]

Em 2012 lançou o décimo CD da carreira intitulado Exogenesis contendo a suite eletrônica de mesmo nome em 4 movimentos inspirados na gênese do Universo. Unindo o sinfônico e o eletrônico, mas sem esquecer os instrumentos étnicos, o compositor de música New Age utiliza a alta tecnologia a serviço das emoções. As imagens do CD foram criadas por artistas europeus especializados em ilustrações de ficção científica Maciej Rebisz e Mirek Drozd e remetem à criação do cosmos e a existência de outras formas de vida.

Nel 2014 ha pubblicato l'album Spiritual Energy, che include colonne sonore per cinema, video e teatro. Oltre ai brani, il compositore presenta altre composizioni per un totale di 17 temi con enfasi su melodie eseguite in tastiere elettroniche e trame orchestrali che vanno da momenti epici a passaggi strumentali morbidi. Le immagini dell'album sono nuovamente responsabili di Maciej Rebisz.

Nel 2017 registra l'album Sailing to the Edge dove lo stile predominante è il progressive rock strumentale con l'accento sulla sintetizzatore moog, batteria e basso in band The Spy, The Rising Sun, The Flying Caravel e Telepaty avvicinano le loro composizioni strumentali tenuto nel brasiliano Apocalisse gruppo rock progressive. Nel frattempo, il compositore apre lo spazio per la musica sinfonica nei brani Sailing to the Edge Overture e The Wizard, elettronici nella traccia Mind Uploading e new age nella traccia Floating Castle. Tutti gli elementi della musica di Eloy Fritsch sono presenti in questo album: timbri di sintetizzatore, belle melodie, passaggi maestosi ed energici, tamburi, percussioni e orchestrazione elettronica su larga scala. Può essere considerato l'album più progrock del tastierista con diritto di usare il keytar nelle canzoni Liberty and Alchemy. Fritsch utilizza anche Moog Theremini per produrre un suono elettronico nell'epopea di oltre 10 minuti intitolato The Time Barrier, l'ultima traccia dell'album.[5]

Eloy Fritsch 1999

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Eloy Fritsch nel suo studio di musica elettronica registra l'album Spiritual Energy nel 2014.

Con gli Apocalypse[modifica | modifica wikitesto]

  • Apocalypse (1991)
  • Perto do Amanhecer (1995)
  • Aurora dos Sonhos (1996)
  • Lendas Encantadas (1997)
  • The Best of Apocalypse (1998, Compilation)
  • Live in USA (2001, Live)
  • Refugio (2003)
  • Magic (2004)
  • Magic Spells (2006)
  • DVD The 25th Anniversary Concert (2006)
  • 2012 Light Years from Home (2011)
  • The 25th Anniversary Box Set (2011)
  • DVD The Bridge of Light (2013)

Solista[modifica | modifica wikitesto]

  • Dreams (1996)
  • Behind the Walls of Imagination (1997)
  • Space music (1998)
  • Cyberspace (2000)
  • Mythology (2001)
  • Atmosphere - Electronic Suite (2003)
  • Landscapes (2005)
  • Past and Future Sounds - 1996-2006 (2006)
  • The Garden of Emotions (2009)
  • Exogenesis (2012)
  • Spiritual Energy (2014)
  • Sailing to the Edge (2017)

Compilation con Eloy Fritsch[modifica | modifica wikitesto]

  • Planeta Nova Era Vol. 7 (1997) Track: Lake of Peace Movement 1 and 2
  • Planeta Nova Era Vol. 13 (1999) Track: Cosmic Winds
  • Planeta Nova Era Vol. 14 (1999) Track: Starlight
  • Margen - Music from the Edge Vol. 6 (2002)- Track: Ionosphere
  • Edition #5 (2005) Track: The Garden of Emotions Suite
  • Brasil Instrumental 2006 (2006) Track: The Garden of Emotions Suite
  • Compact Mellotron 34 (2006) Track: Andromeda
  • Edition #13 (2006) Track: Shiva
  • Edition #14 (2006) Track: Atlantis
  • Edition #15 (2006) Track: Andromeda
  • Brazilian Electroacoustic Music Compilation (2009) Track: Synthetic Horizon
  • Schwingungen Radio auf CD - Edition Nr.210 11/12. (2012) Track: Moonwalk

Strumentazione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d [www.ef.mus.br Eloy Fritsch, Official Web Site].
  2. ^ Cover Teclado Revista, Eloy Fritsch - Progressivo Brasileiro, pag 22-25, fevereiro, 2001.
  3. ^ Revista Teclado e Piano, A Força da Progressão, pag.14 - 19, novembro de 2008.
  4. ^ Teclado e Audio Magazine. A Síntese de um Artista. Interview with Eloy Fritsch. p. 20-22. June 2005.
  5. ^ Revista Keyboard, Eloy Fritsch - Comunicação Universal Através da Música, Brasil, 2017. pag 9 - 27. ano 4, no. 52.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN66668260 · ISNI (EN0000 0000 0129 4208 · BNF (FRcb14051534p (data)