Eliporto di Pozzallo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Eliporto di Pozzallo
eliporto
Eliporto di Pozzallo.JPG
L'eliporto visto da nord-est.
Codice IATA--
Codice ICAO--
Nome commercialeBase Offshore
"Giorgio La Pira"
Descrizione
Tipocivile
GestoreElisicilia S.r.l.
StatoItalia Italia
RegioneSicilia Sicilia
CittàPozzallo (RG)
Posizione1 km ad ovest di Pozzallo
Viale Australia, 97016
Cat. antincendioH2ª ICAO
Altitudine14 m s.l.m.
Coordinate36°43′07″N 14°49′37″E / 36.718611°N 14.826944°E36.718611; 14.826944
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
--
--
Sito webwww.elisicilia.it/
Piste
Orientamento (QFU)LunghezzaSuperficie
H12/H302101200
VFR notturno[1]

L'eliporto di Pozzallo, chiamato anche Base Offshore Giorgio La Pira, è un eliporto civile situato nel comune di Pozzallo sulla costa mediterranea della Sicilia. La struttura è gestita ed è base dalla società Elisicilia Srl[2].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Costruito nel 2000 dal Consorzio ASI di Ragusa nell'area industriale prospiciente il porto di Pozzallo l'eliporto inizialmente era composto da un semplice piazzale e due edifici accessori. Il 5 ottobre del 2008 fu intitolato al politico pozzallese ed ex-sindaco di Firenze Giorgio la Pira. Nel 2012 furono costruiti due hangar per il ricovero dei mezzi accanto all'edificio dedicato al servizio antincendio.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

L'eliporto è composto da una piazzola per l'atterraggio (TLOF) di 28 × 28 m[3] collocata al centro di un piazzale (FATO) pavimentato in calcestruzzo lungo 210 m e largo 60 m con orientamento 125/305, segnaletica diurna marcata a terra e di una manica a vento alta 5 m. L'eliporto è anche dotato di segnaletica notturna[4] composta da luci omnidirezionali bianche e gialle incassate rispettivamente lungo i margini della FATO e della TLOF, luci radienti, faro di avvistamento (raggio 30 km), radiofaro (raggio 100 km) e indicatore di planata tricromatico per individuare un sentiero di avvicinamento ottimale.

Mappa dell'eliporto.

Le attività di volo vengono effettuate secondo le regole del volo a vista (VFR) e VFR notturno. All'estremità della testata 12 insiste un piazzale di 3000 m² dedicato alla sosta dei veicoli in transito. L'aerostazione dedicata al personale ed ai passeggeri si trova sulla parte settentrionale del sedime mentre l'edificio dedicatio all'antincendio è situato a ridosso del piazzale sul lato nord-est. Il servizio antincendio dell'eliporto è stato classificato come categoria H2[5]. La struttura è presidiata 365 giorni l'anno, 24 ore su 24.

L'eliporto viene frequentemente usato per l'elisoccorso ed i trasferimenti da e per le piattaforme petrolifere presenti nel canale di Sicilia.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Copia archiviata, su airnav.it. URL consultato il 29 novembre 2015 (archiviato dall'url originale l'8 dicembre 2015)..
  2. ^ Elisicilia Srl.
  3. ^ ENAC.it Eliporto La Pira.
  4. ^ Ministero Ambiente, Blanco Petroli, Progetto Terminale Gas al porto di Pozzallo, pag 12.
  5. ^ Ministero Ambiente, Blanco Petroli, Progetto Terminale Gas al porto di Pozzallo, pag 12.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]