Elio Guerriero

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Elio Guerriero (Capriglia Irpina, 1948) è un teologo e scrittore italiano.

È direttore dell'edizione italiana della rivista teologica Communio ed è stato vicedirettore editoriale delle Edizioni San Paolo. Ha scritti vari libri anche per altri editori, tra cui Jaca Book, Edizioni Paoline, De Agostini e SEI. È autore, in particolare, di monografie e studi su Ignazio Silone, Gianna Beretta Molla e Hans Urs von Balthasar. Di quest'ultimo ha curato l'edizione italiana delle opere.[1]

Nel suo commento a Balthasar (cofondatore della rivista Communio), Guerriero pone in risalto l'intuizione soteriologica che a suo giudizio caratterizza l'opera del teologo svizzero – come quella di Adrienne von Speyr – affermando che «se l'inferno è talmente reale da provocare dolore e sofferenza [...] è anche vero che, avendolo Cristo attraversato e sconfitto con la sua morte obbediente, possiamo fondatamente sperare che esso sia vuoto. È questa la parola forte di von Balthasar, l'annuncio che egli cercò di trasmettere con un'opera sinfonica ma anche profondamente unitaria».[2]

Opere (elenco parziale)[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ ICCU
  2. ^ Teodramma d'amore, in La mia opera ed epilogo, pp. 12-13

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN84502005 · LCCN: (ENn80042447 · SBN: IT\ICCU\CFIV\000414 · ISNI: (EN0000 0000 7819 1901 · GND: (DE172109523 · BNF: (FRcb12204917z (data) · BAV: ADV10114274