Edgar Ortenberg

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Edgar Ortenberg
Edgar-Ortenberg.jpg
NazionalitàStati Uniti Stati Uniti
(Filadelfia)
GenereMusica classica
Periodo di attività musicale1921 – 1996
Strumentoviolino

Edgar Ortenberg, (nato Eleazar Ortenberg) (Odessa, 17 giugno 1900Filadelfia, 16 maggio 1996), è stato un violinista ungherese con cittadinanza francese naturalizzato statunitense, suonò nel Budapest String Quartet ed insegnò violino presso la Settlement Music School e la Temple University di Filadelfia, Pennsylvania[1].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato Eleazar Ortenberg a Odessa, tra i suoi insegnanti c'erano Naoum Blinder al Conservatorio di Odessa e Jacques Thibaud a Parigi.[1] Aveva 15 anni quando iniziò a frequentare il Conservatorio di Odessa e a 21 diventò il primo violino dell'Orchestra dell'Opera di Odessa.[2] Lasciò la Russia nel 1924, per l'antisemitismo dopo la rivoluzione russa. Nel 1927 adottò il nome "Edgar" (che era meno ebraico) e formò il Quartetto di Berlino con l'approvazione ufficiale del sindaco della città.[2][3] Il quartetto fu riformulato nel 1933 da parte del governo nazista. Nel 1929,[1] mentre era a Berlino, incontrò e sposò sua moglie, Tamara, anch'ella emigrata russa. Non ebbero figli, ma alla sua morte la coppia ha avuto un certo numero di nipoti che vivono sia negli Stati Uniti e in Ucraina.[2]

Parigi e gli States[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1933 lui e sua moglie si trasferirono a Parigi, dove formò il Quotour Ortembert, che andò in tournée ha negli Stati Uniti nel 1937, il primo quartetto d'archi francese che l'avesse mai fatto. Diventò inoltre cittadino francese nel 1937,[1] fu arruolato nell'esercito francese nel 1939, ma mentre recuperava da una malattia nel 1941, lui e sua moglie fuggirono dalla Francia controllata dai Nazisti, verso il Portogallo e si trasferirono a New York nel 1941. Qui suonò per l'Orchestra della Radio WQXR. Fu invitato ad aderire al Budapest String Quartet nel 1936 ma rifiutò,[2] perché gli avevano chiesto di suonare come violista e sua moglie non voleva che lui cambiasse strumento,[1] sottolineando "io voglio essere la vedova di un violinista, non la vedova di un violista ".[3] Accettò un secondo invito nel 1944 e si esibì con il gruppo fino al 1949. Si trasferì poi a Filadelfia, dove insegnò violino presso la Settlement Music School fino al 1985 e fece parte della facoltà alla Temple University dal 1951 al 1972. Morì il 16 maggio 1996, di cancro a 95 anni.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e Allan Kozinn, Edgar Ortenberg, 96, A Violinist Faithful To His Instrument, in The New York Times, 18 maggio 1996.
  2. ^ a b c d e Webster, Daniel, Edgar Ortenberg; Violinist Played, Taught for 89 Years, in Philadelphia Inquirer, 17 maggio 1996.
  3. ^ a b Brandt, Nat, Con Brio: Four Russians Called the Budapest String Quartet, iUniverse, 2000, pp. 64, 103, ISBN 978-1-4620-9397-7.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN45990818