Dragonero Adventures

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Dragonero
fumetto
Lingua orig.italiano
PaeseItalia
AutoreLuca Enoch, Stefano Vietti
DisegniRiccardo Crosa
EditoreSergio Bonelli Editore
1ª edizione9 novembre 2017
Periodicitàmensile
Albi12 (in corso)

Dragonero Adventures è una serie a fumetti di genere fantasy pubblicata dalla Sergio Bonelli Editore.

Spin-off della serie Dragonero incentrato sulle avventure adolescenziali dai personaggi principali della serie e appartiene alla "linea young"[1] della casa editrice dedicata ad un pubblico giovane[2], ha esordito a novembre 2017 e rispetto al tradizionale formato bonellide in bianco e nero è a colori, di dimensioni maggiori e spillato con una foliazione di sessantaquattro pagine.

Storia editoriale[modifica | modifica wikitesto]

Durante Lucca Comics & Games 2015 è stata annunciata l'idea di sviluppare una serie di Dragonero dedicata a un pubblico più giovane[3] venendo poi confermata da Luca Enoch e Stefano Vietti durante Lucca Comics and Games 2016[4]presentandola insieme ad un'altra serie spin-off ambientata nel mondo di Dragonero[5].

Chiamata inizialmente con i titoli di lavorazione Dragonero Young e Le avventure di Ian e Gmor, lo spin-off narra le vicende dei protagonisti durante l'adolescenza ed esordisce a novembre 2017, in anteprima a Lucca Comics & Games 2017, in albi spillati, a colori, da 64 pagine e in un formato più grande rispetto a quello bonelliano. Tutti gli studi preparatori, le copertine e il primo numero della serie sono stati realizzati da Riccardo Crosa.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nei pressi della tenuta di Silverhide viene scoperta un'antica colonna che porta sul luogo il Lùresindo Ninsei ad indagare. Il misterioso ritrovamento attira l'attenzione anche di tre giovani amici, i fratelli Ian e Myrva, figli di Aran Herionill della casata degli Uccisori di Draghi, e Gmor Burben, della tribù orchesca locale.

Insinuatisi di notte nell'antro sotterraneo esistente sotto la colonna, i tre ragazzi scoprono un antico macchinario di cui ignorano la funzione. Nella stessa occasione trovano anche lo stesso Ninsei che colpito mortalmente dalle trappole poste a difesa del luogo ha dovuto trasferire il suo spirito nell'unica creatura a disposizione, ovvero una talpatrolla dal pelo blu.

Il vecchio mago rivela ai tre che il macchinario serve a tenere confinato nella dimensione dell'Inframondo un arcimago malvagio, Sidirugus il "Burattinaio", ma è sul punto di bloccarsi e l'unico modo per riavviarlo è attraverso il libro del suo costruttore, Trikketrakke, che si trova nella città perduta di Ur-Koo Khan. A causa della sua condizione Ninsei affida il recupero del libro ai tre giovani e attiva il portale del macchinario per spedirli a destinazione.

Giunti nel palazzo in rovina di Trikketrakke i tre si mettono a cercare, ma scoprono che degli automi al servizio del Burattinaio se ne sono impossessati. Attraverso un portale aperto dagli automi, Ian, Myrva e Gmor si ritrovano nella oscura dimensione dell'Inframonndo. Dopo ore di cammino, gli automi raggiungono il loro signore, intenzionato a distruggere il "Libro delle chiavi" per evitare ostacoli al suo ritorno imminente nell'Erondàr.

Mimetizzatisi tra gli automi, i tre giovani riescono a recuperare il libro grazie ad un gancio lanciato da Myrva e a darsi alla fuga venendo inseguiti dall'esercito di automi dell'arcimago. Messi con le spalle al muro, iniziano una disperata resistenza fino a quando Myrva non si accorge di alcune rune mobili sulla copertina del libro identiche a quelle viste sul portale del macchinario da cui sono partiti. Provando a metterle nel medesimo ordine la ragazza riesce ad aprire un nuovo portale da cui riescono a fuggire, ritornando da Ninsei.

Ninsei si appresta ad utilizzare il libro per riattivare la macchina, ma con suo grande dispiacere scopre che è inservibile: negli anni diversi individui devono averne estratto vari frammenti essendo realizzati con materiali pregiati, dispersi ora chissà dove. Ninsei esaminando il libro comprende che è possibile, posizionando le rune in un determinato modo, aprire portali verso i luoghi dove si trovano i vari frammenti delle pagine.

Il mago quindi chiede ai tre amici se sono pronti ad intraprendere la pericolosa impresa, ricevendo per risposta un vigoroso assenso[6].

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Ian Aranill: giovane ragazzo di quattordici anni, discendente della casata dei Varliedarto, i Cacciatori di draghi, affamato di avventure. Vive con nel feudo di famiglia a Sud-ovest del "Mare della Brezza", piccolo mare interno dell'Impero Erondariano.
  • Gmor Burpen: giovane orco sedicenne, vive con il suo clan nei pressi del feudo della famiglia di Ian e Myrva con cui ha una salda amicizia e ne condivide le disavventure.
  • Myrva Aranille: sorella minore di Ian, è una ragazza molto intelligente che non poche volte trae di impiccio i suoi due compagni d'avventura.
  • Ninsei: mago Lùresindo che ha trasferito la sua anima in una talpatrolla (animale di grosse dimensioni dal pelo blu che abita nel sottosuolo) la cui missione è impedire il ritorno di un mago malvagio, il "Burattinaio".
  • Alben: amico Lùresindo di Ninsei e anche della famiglia di Ian e Myrva. Per aiutarli nella loro missione, dona loro una spada fatta con del legname magico, per Ian, e dei cristalli di luresilca, per Myrva e Gmor[7].
  • Keyra: giovane orchessa della tribù di Gmor.
  • Bulko: giovane orco della tribù di Gmor.
  • Kuma: giovane orco della tribù di Gmor.
  • Aran Herionill: padre di Ian e Myrva, è un viticoltore e si occupa della tenuta di famiglia.
  • Elara Nomenille: madre di Ian e Myrva, studiosa di botanica, è sempre in viaggio per lavoro e fa ritorno a Silverhide dopo lunghi periodi di assenza. Possiede una torre dove custodisce tutto ciò che ha raccolto dai suoi viaggi e che ha riportato a casa e da cui ha sempre ammonito di stare lontano[8]
  • Herion Eukenill: nonno di Ian e Myrva, attuale Varliedarto e possessore della spada "Tagliatrice Crudele". Si occupa dell'addestramento di Ian per farlo diventare il suo successore[7].
  • Elda: nonna di Ian e Myrva.
  • Meyer: severo tutore di Ian e Myrva.
  • Birf: figlio del fabbro[9] del paese vicino alla tenuta di Ian, corpulento e gradasso, si trova spesso in contrasto con lui.
  • Gwenna: bella ragazza figlia del borgomastro del paese vicino alla tenuta di Ian[8].
  • Momar e Hubba: una strana coppia di amici vagabondi che i tre protagonisti incontrano in seguito ad alcune razzie che il secondo compie ai danni dei greggi della zona di Silverhide. Hubba è infatti una creatura alata che un tempo era un'attrazione circense. A causa dei maltrattamenti che il suo padrone gli infliggeva, Momar lo liberò e si misero in viaggio insieme. Compresa la non pericolosità di Hubba, che cacciava solo per sfamarsi, Ian, Myrva e Gmor li lasciano ripartire senza creare loro problemi[10].
  • Fiamma: un cucciolo di Cresta Rossa, che Ian, Myrva e Gmor hanno protetto da dei goblin, dopo che la madre era stata uccisa da un Drago Scagliadiferro[10]. In grado di comunicare tramite un linguaggio di segni effettuati con le proprie ali, Fiamma è molto fedele ai suoi giovani amici umani[9].
  • Arlina: graziosa funambola in un circo itinerante di Zaghari, che aiuta Ian e Myrva a fuggire dopo che questi hanno liberato tutti gli animali tenuti in gabbia[11].
  • Kato: un ruffodonte tenuto in gabbia in un circo itinerante, liberata dai protagonisti insieme a numerose altre. Animale dagli occhi dolci, si scatena in improvvisi e spaventosi ruggiti, gonfiando unitamente il folto pelame[11]. Dopo la fuga vive nei boschi vicino ai suoi salvatori e stringe un forte legame di amicizia con Gmor che gli ha dato il nome di Kato[8].
  • Taa Hit'oa e Mohea: una giovane coppia appartenente al Popolo delle Vele che i protagonisti incontrano durante la loro ricerca dei frammenti del libro di Trikketrakke. Mohea era stata rapita dagli Uomini di sale e il suo innamorato si era messo al loro inseguimento per salvarla, impresa che compirà grazie ai suoi tre nuovi amici, tratti in salvo in mezzo al mare. I loro nomi significano "Colui-che-viaggia-lontano-senza-paura" e "Splendida principessa"[12].
  • Loredi: giovane elfa silvana prigioniera della strega Shisma che l'ha catturata per tenere in vita le viverne di cui si impossessa. Costretta a servire Shisma sotto la minaccia di fare del male a Mysha, un orso suo amico, Loredi ritrova la speranza quando Ian, Myrva e Gmor giungono presso la fortezza volante della strega per recuperare uno dei frammenti del libro di Trikketrakke. Grazie a loro riesce a liberare Mysha e i tre draghi tenuti anch'essi prigionieri da Shisma. Prima di separarsi, Loredi confida ad Ian di essere sicura che si rivedranno un giorno e gli scocca un bacio sulle labbra[13].
  • Nano guardiano: un nano che si occupa della manutenzione del "Torrazzo", la torre dell'orologio astronomico della cittadina di Lelodàrt. Vive in un enorme carro e ha il tatuaggio di due draghi che gli percorrono il petto e la schiena. Insieme alla torre protegge un portale che conduce all'Inframondo, attraverso il quale passano Ian e Myrva. Una volta recuperati, per farli sdebitare del suo aiuto il guardiano fa pulire loro il suo carro con grande disappunto dei due[14].
  • Mimr e Yazir: un nano e il suo aiutante che vivono nella "Caverna delle nuvole" dove estraggono i portentosi cristalli di Luresilca per conto dell'Impero. I due aiutano Alben, Ian, Gmor e Myrva a raggiungere il laboratorio di Jokka il Folle, al cui interno sperano di trovare un mezzo per combattere l'esercito del Burattinaio[15].

Avversari[modifica | modifica wikitesto]

  • Il Burattinaio: Sidirugos, arcimago malvagio confinato nell'Inframondo secoli prima dai maghi della "Confraternita degli Incanti" per impedire i suoi piani di dominio. Il suo nome deriva dalla sua abilità nel creare automi di cui si circonda e che usa come esercito[16].
  • Re dei goblin: il capo di una tribù di goblin acquartieratasi in un castello abbandonato, nel cui tesoro è presente uno degli ingranaggi del "Libro delle chiavi" di Trikketrakke. Avido e vendicativo, è anche uno stregone in grado di scagliare incantesimi e scandagliare i dintorni con una sfera magica[7].
  • Uomini di sale: un gruppo di predoni che venerano un gigantesco Kraken a cui offrono sacrifici umani; è loro costume armarsi e indossare protezioni ricavate da creature marine[12].
  • Predoni Lyzad: una tribù di uomini-lucertola che vivono nelle paludi e si cibano di uova di pesce[8].
  • La strega: una vecchia strega che vive in una casa ricavata in un grosso albero circondata da un orto rigoglioso e un meraviglioso giardino, cinti da uno spesso muro di rovi. Con la sua magia tiene legati a sé tre piccoli servitori, Bim, Bum e Bam. Prima di venire fermata dall'arrivo di Gmor e il suo gruppo di amici orchi, era intenzionata a mangiare Ian e Myrva che aveva catturato in precedenza[9].
  • Shisma: aguzzina di Loredi, è una strega driade che dà la caccia alle viverne selvatiche per venderle ai mercati dei regni del Sud. Vive in una fortezza volante con ai suoi ordini dei servitori spettrali. Tiene prigionieri tre enormi draghi e utilizza uno dei frammenti del libro di Trikketrakke per dare potere al suo bastone[13].
  • Demoni dell'Inframondo: creature che popolano una dimensione magica tra i mondi[14].

Albi[modifica | modifica wikitesto]

Nr Data Titolo Soggetto e sceneggiatura Disegni Colori
1 Novembre 2017 Tre giovani eroi Luca Enoch Riccardo Crosa Paolo Francescutto
2 Dicembre 2017 Nella tana dei goblin Stefano Vietti Antonella Platano Alessandra Baccaglini
L'addestramento di Ian Vincenzo Riccardi Adele Matera
3 Gennaio 2018 Il demone alato Stefano Vietti Manuel Bracchi Claudia Boccato
Un nuovo amico Giuseppe Matteoni Gotem Studio
4 Febbraio 2018 Oltre il Vallo Luca Enoch Luca Claretti Mattia De Iulis
Il bruco vorace Vincenzo Riccardi Riccardo Rullo
5 Marzo 2018 La grande fuga Luca Enoch Simone Garizio Valentina Bianconi
Il ponte del Troll Diego Bonesso Alessandra Baccaglini
6 Aprile 2018 L'isola del Kraken Luca Enoch Alessandro Pastrovicchio Marcello Iozzoli
La regata del villaggio Riccardo Bandiera Giulio Zeloni
7 Maggio 2018 La palude misteriosa Stefano Vietti Federico Vicentini Valentina Bianconi
Piante carnivore Valentina Bianconi Paolo Francescutto
8 Giugno 2018 Il deserto dei Jinn Stefano Vietti Andrea Rossetto Marcello Iozzoli
Missione di soccorso Fabrizio De Fabritiis Alessandra Baccaglini
9 Luglio 2018 L'antro della strega Luca Enoch Quirino Calderone Giada Marchisio
La disfida del bracciale Francesco Siena Mattia De Iulis
10 Agosto 2018 La regina delle Driadi Stefano Vietti Antonella Platano Piky Hamilton
Tagliatrice crudele Simone Garizio Giulio Zeloni
11 Settembre 2018 La torre dell'orologio Luca Enoch Ivan Fiorelli Paolo Francescutto
La corsa delle cocozze Daniele Cosentino Adele Matera
12 Ottobre 2018 Il segreto del burattinaio Stefano Vietti Luca Claretti Paolo Francescutto

Serie televisiva[modifica | modifica wikitesto]

A Lucca Comics & Games 2015 viene annunciato la realizzazione di una serie animata basata sulle avventure giovanili dei protagonisti della serie Dragonero, in collaborazione con Rai Fiction[17]. In occasione di Cartoons on the Bay 2017 vengono mostrate le prime sequenza animate in anteprime assoluta[18] mentre a Lucca Comics 2017 viene mostrato il pilota della serie[19].

Gli episodi della prima stagione sono ventisei e tutti i soggetti vengono realizzati dagli autori della serie mentre il lavoro grafico di riferimento è stato realizzato da Riccardo Crosa[20]. Francesco Artibani si occuperà delle sceneggiature degli episodi[21]. Alla realizzazione della serie animata partecipano anche investitori esteri, essendoci l'intenzione di trasmettere la serie anche al di fuori dell'Italia[20].

Il 26 marzo 2020 viene ufficialmente annunciata la produzione, da parte della Rai e di Bonelli Editore, della prima stagione composta da 26 episodi di 26 minuti l’una insieme ad una prima sinossi [22].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La linea Young a Cartoomics!. URL consultato il 30 agosto 2018.
  2. ^ Tre giovani eroi
  3. ^ Le principali novità Bonelli annunciate a Lucca Comics & Games - Wired, in Wired, 31 ottobre 2015. URL consultato l'8 novembre 2016.
  4. ^ Francesco Borgoglio, #LuccaBAD 2016, Bonelli: Dragonero si fa in tre! - BadComics.it, in BadComics.it, 31 ottobre 2016. URL consultato l'8 novembre 2016.
  5. ^ Dragonero a Lucca Comics 2016, su sergiobonelli.it. URL consultato l'8 novembre 2016.
  6. ^ Dragonero Adventures 1, Tre giovani eroi, Sergio Bonelli Editore
  7. ^ a b c Dragonero Adventures 2, Nella tana dei goblin, Sergio Bonelli Editore
  8. ^ a b c d Dragonero Adventures 7, La palude misteriosa, Sergio Bonelli Editore
  9. ^ a b c Dragonero Adventures 9, L'antro della strega, Sergio Bonelli Editore
  10. ^ a b Dragonero Adventures 3, Il demone alato, Sergio Bonelli Editore
  11. ^ a b Dragonero Adventures 5, La grande fuga, Sergio Bonelli Editore
  12. ^ a b Dragonero Adventures 6, L'isola del Kraken, Sergio Bonelli Editore
  13. ^ a b Dragonero Adventures 10, La fortezza dei draghi, Sergio Bonelli Editore
  14. ^ a b Dragonero Adventures 11, La torre dell'orologio, Sergio Bonelli Editore
  15. ^ Dragonero Adventures 12, Il segreto del Burattinaio, Sergio Bonelli Editore
  16. ^ Dragonero Adventures 1-2, Sergio Bonelli Editore
  17. ^ Lucca Comics 2015 Dragonero dal fumetto alla serie tv
  18. ^ Dragonero il primo video della serie animata direttamente da Cartoons on the bay
  19. ^ La serie animata di Dragonero a Lucca
  20. ^ a b Napoli Comicon 2018: Il presente e il futuro di Dragonero
  21. ^ Lucca 2017 Bonelli: Attica, l'etichetta Audace e il ritorno di Mister No
  22. ^ [1]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]