Dracula: La risurrezione

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Dracula: La risurrezione
Sviluppo Index+, Orange SA, Canal+ Multimedia
Pubblicazione DreamCatcher Interactive (PC, macOS)
Microïds (PS1, iOS, Android)
Data di pubblicazione Microsoft Windows:
Flags of Canada and the United States.svg 14 giugno 2000
Zona PAL 2000

macOS:
Flags of Canada and the United States.svg 14 giugno 2000
PlayStation:
Flags of Canada and the United States.svg giugno 2001
Zona PAL giugno 2000
iOS:
ColoredBlankMap-World-10E.svg 1º ottobre 2012
Android:
ColoredBlankMap-World-10E.svg 18 settembre 2013

Steam:
ColoredBlankMap-World-10E.svg 17 aprile 2014
Genere Avventura grafica
Modalità di gioco Giocatore singolo
Piattaforma Microsoft Windows, macOS, PlayStation, iOS
Distribuzione digitale Steam
Supporto CD-ROM, download
Periferiche di input Mouse, gamepad
Seguito da Dracula 2: L'ultimo santuario

Dracula: La risurrezione è un videogioco di tipo avventura grafica pubblicato nel 1999 da Microïds.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La storia è ambientata a Londra nel 1904. Jonathan Harker scopre che la sua adorata moglie Mina è ancora sotto l'influsso del Conte Dracula, nonostante tutti i protagonisti della storia siano convinti che egli sia morto da anni. Mina abbandona Londra per andare in Transilvania seguendo un impulso irresistibile, il marito la segue cercando di liberare la consorte dall'influsso malefico e accertarsi che il tremendo vampiro sia morto.

Modalità di gioco[modifica | modifica wikitesto]

Seguiti[modifica | modifica wikitesto]

Il successo del gioco ha consentito agli sviluppatori di realizzare quattro seguiti:

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi