Doom: Il gioco da tavolo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Doom: Il gioco da tavolo
Doom Boardgame.jpg
Il 1° scenario, Knee Deep in The Dead.
Nome originaleDoom: The Boardgame
TipoGioco da tavolo
Luogo origineStati Uniti Stati Uniti
AutoreKevin Wilson, Christian T. Petersen
IllustratoreBob Naismith, Scott Nicely
EditoreFantasy Flight Games
1ª edizione2004
Altre edizioniDoom: Il gioco da tavolo (2016)
Regole
N° giocatori2-4
Squadre2 (Invasore e Marines)
Dadi6 speciali
AmbientazioneDoom
MappaModulare
Requisiti
Età12+
Durata180 minuti
AleatorietàBassa

Doom: Il gioco da tavolo (in inglese Doom: The Boardgame) è un gioco da tavolo americano da due a quattro giocatori (da due a cinque nell'edizione del 2016) creato da Kevin Wilson e pubblicato da Fantasy Flight Games nel 2004.[1][2] Il gioco è basato sulla serie di videogiochi sparatutto in prima persona di Doom, con estetica dei componenti e del manuale direttamente tratta da Doom 3.

Nel 2005 viene pubblicata un'espansione per il gioco, Doom: The Boardgame Expansion Set, che aggiunge i livelli di difficoltà, nuovi componenti, nuovi scenari e aggiornamenti ad alcune delle regole originali, nonché regole per giocare in modalità Deathmatch e Capture the Flag.[3]

Nel 2005 Fantasy Flight Games pubblica Descent: Viaggi nelle tenebre, il cui regolamento è basato sul gioco da tavolo di Doom.[4] In seguito a ciò, la società sospende la produzione di Doom e la pubblicazione di scenari online per il gioco.

Nel 2016 viene pubblicata da Fantasy Flight Games una nuova edizione, rinominata DOOM: The Board Game, somigliante al videogioco Doom pubblicato lo stesso anno.[5][6]

Modalità di gioco[modifica | modifica wikitesto]

In Doom: Il gioco da tavolo i giocatori si dividono in due squadre: l’Invasore e i Marines. Tutte le miniature dell'Invasore sono controllate da un solo giocatore, mentre i restanti giocatori controllano ognuno la propria miniatura Marine. Prima dell'inizio di ogni partita, i giocatori scelgono lo scenario in cui giocare. Una campagna composta da cinque scenari è inclusa nel gioco base, e una da altrettanti cinque nell'espansione; uno scenario aggiuntivo ufficiale, Blood in the Shadows, è stato pubblicato in seguito da Fantasy Flight Games sul proprio sito web,[7] e molti altri sono stati creati e condivisi dai giocatori, utilizzando in alcuni casi editor di scenari freeware. Per vincere uno scenario, i Marines devono raggiungere l'uscita prima che l’Invasore compia sei frag, nel qual caso è lui a vincere. Un frag all’Invasore ogni volta che un Marine muore. Quando ciò accade, e se il limite di frag non è ancora stato raggiungo, il Marine può rigenerarsi al suo prossimo turno, in una posizione situata fra 8 e 16 caselle di distanza da quella in cui è morto.

Opinione comune è che il gioco sia sbilanciato in favore del’Invasore, specialmente con quattro giocatori. L'autore del gioco, Kevin Wilson, afferma di riuscire a vincere in modo equilibrato a prescindere da quale sia la squadra in cui stia giocando.[8] Come molti giochi da tavolo, è diffusa anche per Doom: Il gioco da tavolo la pratica delle house rules (chiamate mod per adattarsi al tema del videogioco) per bilanciare il gioco a piacimento dei giocatori.

Scenari[modifica | modifica wikitesto]

Campagna (gioco base)[modifica | modifica wikitesto]

  • I: Knee Deep in the Dead
  • II: The Shores of Hell
  • III: Inferno
  • IV: Thy Flesh Consumed
  • V: ...and Hell Followed

Campagna (espansione)[modifica | modifica wikitesto]

  • VI: A Snowball's Chance
  • VII: Tangled Webs
  • VIII: Breathless
  • IX: Through the Mirror Darkly
  • X: Closing the Book

Online[modifica | modifica wikitesto]

  • I: Blood in the Shadows [7]

Deathmatch (espansione)[modifica | modifica wikitesto]

  • Cloverleaf
  • Reactor Core
  • Mindbender

Capture The Flag (espansione)[modifica | modifica wikitesto]

  • Green Plaza
  • Roundabout

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Doom: The Board Game, su fantasyflightgames.com. URL consultato il 28 gennaio 2020 (archiviato dall'url originale il 5 luglio 2008).
  2. ^ (EN) Doom: The Boardgame, in BoardGameGeek.
  3. ^ (EN) Doom: The Boardgame Expansion Set, in BoardGameGeek.
  4. ^ (EN) FFG Product Archive, su fantasyflightgames.com. URL consultato il 28 gennaio 2020 (archiviato dall'url originale il 1º novembre 2012).
  5. ^ (EN) DOOM: The Board Game, su fantasyflightgames.com. URL consultato il 29 gennaio 2020.
  6. ^ (EN) DOOM: The Board Game, in BoardGameGeek.
  7. ^ a b (EN) Online Scenario I: Blood in the Shadows (PDF), su fantasyflightgames.com. URL consultato il 28 gennaio 2020 (archiviato dall'url originale il 15 ottobre 2012).
  8. ^ (EN) Equipment, ammo, and the number of Marines, su boardgamegeek.com, 4 gennaio 2005. URL consultato il 27 gennaio 2020.