Doom Eternal

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Doom Eternal
videogioco
PiattaformaMicrosoft Windows, PlayStation 4, Xbox One, Nintendo Switch, Google Stadia
Data di pubblicazioneMondo/non specificato 20 marzo 2020
GenereSparatutto in prima persona, survival horror
OrigineStati Uniti
Sviluppoid Software
PubblicazioneBethesda Softworks
DirezioneHugo Martin, Marty Stratton
MusicheMick Gordon
SerieDoom
Periferiche di inputGamepad, tastiera, DualShock 4
Motore graficoid Tech 7
Distribuzione digitaleSteam
Preceduto daDoom

Doom Eternal è un videogioco di genere di sparatutto in prima persona in via di sviluppo, è il sequel di Doom. Annunciato durante la conferenza di Bethesda all'E3 2018, Doom Eternal è sviluppato da id Software per sistemi operativi Microsoft Windows e console PlayStation 4, Xbox One e Nintendo Switch[1].

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Le forze dell'Inferno hanno iniziato a invadere la Terra, e mentre l'Union Aerospace Corporation si sforza di difenderla, il Doom Slayer arriva per respingere i demoni.

Modalità di gioco[modifica | modifica wikitesto]

Il gioco continua l'enfasi del suo predecessore sul combattimento frenetico, incoraggiando il giocatore ad attaccare aggressivamente i nemici per acquisire salute e munizioni. Il giocatore ha accesso a varie armi da fuoco, come lo Shotgun, il Super Shotgun, il cannone pesante, il lanciarazzi, il fucile al plasma e la Ballista. Possono anche essere usate armi da mischia come la motosega, la spada energetica "Lama del Crogiolo" e una lama retrattile sul braccio sinistro; quest'ultima offre l'opportunità di una più ampia varietà di esecuzioni "gloriose" rapide e violente. Il Super Shotgun ora è dotato di un "gancio da macellaio", che fionda il giocatore verso un nemico, funzionando come un rampino sia in scenari di combattimento e ambientali. Gli armamenti, inclusi missili, lanciagranate e lanciafiamme possono anche essere attaccati all'armatura del Doom Slayer. Verranno inoltre introdotte nuove meccaniche di movimento come arrampicarsi sui muri e gli scatti. Il direttore creativo Hugo Martin ha dichiarato che ci saranno il doppio dei tipi di demoni visti nel primo reboot, con nuovi nemici, come il Razziatore e il Doom Hunter, mentre altri saranno anche reintrodotti dai precedenti capitoli della serie, come l'Elementale del dolore, l'Arachnotron e l'Arch-vile. È stato, inoltre, implementato un nuovo sistema chiamato "distruttibilità dei demoni", in cui i corpi dei nemici mostrano deterioramenti quando subiscono danni. Il gioco sarà caratterizzato da una modalità multiplayer asimmetrica chiamata "Invasione", in cui i giocatori possono unirsi alle campagne per giocatore singolo di altri, combattendo contro di loro impersonando i demoni. Questa modalità può essere disattivata dai giocatori che desiderano giocare da soli. Oltre a Invasione, il gioco presenta altre modalità multiplayer standard.

Sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

Il gioco è stato sviluppato da id Software con la versione di Nintendo Switch sviluppata da Panic Button. Marty Stratton e Hugo Martin tornano entrambi a dirigere il gioco. Il gioco è il primo a essere sviluppato con il motore id Tech 7, che presenta dieci volte meglio il dettaglio geometrico e la fedeltà delle texture dell'id Tech 6. Secondo Stratton, il team puntava a creare un "Universo di Doom", con ambienti più grandi e più variegati da far esplorare ai giocatori, tra cui l'"Inferno sulla Terra". A differenza del suo predecessore, id Software sta sviluppando la componente multiplayer del gioco internamente invece di affidarla allo sviluppatore multiplayer del gioco precedente Certain Affinity, con l'obiettivo di rendere l'esperienza più "social" e "connessa" con la campagna per giocatore singolo. Il team ha deciso di rimuovere la modalità SnapMap e riassegnare la propria risorsa per sviluppare contenuti scaricabili dal post-lancio della campagna. Bethesda Softworks ha annunciato il gioco all'Electronic Entertainment Expo 2018, con il primo filmato di gameplay svelato al QuakeCon 2018. Il gioco sarà rilasciato per Microsoft Windows, PlayStation 4, Nintendo Switch e Xbox One.

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Data Premio Categoria Risultato Fonte
16 novembre 2018 Golden Joystick Awards Gioco più atteso Candidato [2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Simone Tagliaferri, DOOM Eternal annunciato all'E3 2018, in Multiplayer.it, 11 giugno 2018. URL consultato il 12 settembre 2018.
  2. ^ (EN) Tom Hoggins, Golden Joysticks 2018 nominees announced, voting open now, in The Telegraph, 24 settembre 2018. URL consultato il 30 ottobre 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi