Doomguy

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Doomguy
Universo Doom
Lingua orig. Inglese
1ª app. in Doom 1993
Ultima app. in Doom
Sesso Maschio
Professione Marine

Il Doomguy, è il protagonista della serie di videogiochi Doom creata da id Software. In tutti i giochi non parla mai e sembra non avere nome; doomguy in inglese è traducibile come "tizio di Doom".

In Quake III Arena, prodotto da id Software come Doom, i personaggi Crash, Phobos e Doom hanno l'aspetto di tre Doomguy (rispettivamente una femmina e due maschi). In particolare Doom e Phobos hanno una corporatura molto simile e indossano un'armatura con casco identico, nonostante in Quake Live sia scritto che mentre il primo combatteva i demoni, il secondo li comandava.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Il background del personaggio è molto limitato: il manuale di Doom lo presenta come un soldato del corpo dei Marine, inviato su Marte come punizione per aver aggredito un superiore. In Doom 3 alcuni personaggi si riferiscono a lui semplicemente con "Marine" o talvolta con "Caporale".

Nei romanzi ispirati a Doom, il protagonista ha il nome Flynn Taggart, che pare essere il Doomguy dei videogiochi. Nel film, l'ipotetico Doomguy sarebbe John "Reaper" Grimm (interpretato da Karl Urban).

Nel reboot il Doomguy viene chiamato Doom Marine e, a differenza dei precedenti giochi, non viene rivelato molto sulla sua identità, tranne che abbia combattuto molte battaglie contro i demoni per poi venire sigillato da questi in un sarcofago, recuperato dallo scienziato della UAC Samuel Hayden in una spedizione.

Aspetto[modifica | modifica wikitesto]

Doom e Doom II[modifica | modifica wikitesto]

L'immagine del Doomguy è vista sullo HUD di Doom, Doom II e Final Doom. Una parte della sua faccia è visibile nella copertina del videogioco Doom II. È visibile interamente in una immagine al termine dell'episodio 4, che rivela il Doomguy come essere un uomo piuttosto robusto, con capelli marroni molto corti e occhi neri. Nella modalità multigiocatore, tutti i marine spaziali portano lo stesso fucile e hanno lo stesso aspetto (armatura verde o di diverso colore per differenziarsi e casco grigio).

Doom 3 e film[modifica | modifica wikitesto]

In Doom 3, il Doomguy mantiene la sua corpulenza, l'armatura verde, ma si differenzia per il colore dei capelli (neri) e per la mancanza del tipico casco grigio. Nella espansione di Doom 3, Doom 3: Resurrection of Evil, il Doomguy è rappresentato come un Marine calvo dagli occhi marroni. Nel film di Doom, John Grimm, detto Reaper, è somigliante al protagonista di Doom 3, pur avendo una struttura meno corpulenta. Reaper indossa un tipo di armatura somigliante a quello usato dalle squadre SWAT, a differenza della rappresentazione standard verde con casco.

Quake 3 Arena[modifica | modifica wikitesto]

Crash è la prima Doom Marine che si affronta nel gioco ed è presentata come l'istruttrice di Doom e dei combattenti appena introdotti nell'arena.[1][2]

Phobos è il secondo Doom Marine e lo si può incontrare al primo livello dell'arena. È alto 5 piedi e 11 pollici (1.80 m) e pesa 185 libbre (84 kg). Ha la pelle più scura delle sue due controparti e indossa un'armatura arancione.[3][4]

Doom è il terzo Marine in ordine di comparsa ed è situato al sesto livello. È alto 6 piedi (1.83 m), pesa 180 libbre (81 kg) e indossa un'armatura verde.[5][6]

Reboot[modifica | modifica wikitesto]

Nel reboot l'aspetto del Doomguy è sconosciuto, ma è provvisto di un'armatura completamente corazzata e con un casco a visiera che contiene varie applicazioni; l'armatura, inoltre, garantisce un incremento della forza, in quanto permette al Doomguy di aprire le porte semibloccate e colpire in modo violento i nemici indeboliti.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ [1] earthli.com, Quake III Arena Warriors, Crash.
  2. ^ [2] Quake III Arena Warriors, Crash
  3. ^ [3] earthli.com, Quake III Arena Warriors, Phobos.
  4. ^ [4] Quake III Arena Warriors, Phobos
  5. ^ [5] earthli.com, Quake III Arena Warriors, Doom.
  6. ^ [6] Quake III Arena Warriors, Doom

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi