Domenico Peranni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Domenico Peranni

Senatore del Regno d'Italia
Legislature XI

Sindaco di Palermo
Durata mandato ottobre 1868 –
settembre 1873
Predecessore Salesio Balsano
Successore Emanuele Notarbartolo

Domenico Peranni (Trapani, 22 aprile 1803Palermo, 17 luglio 1875) è stato un patriota e politico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio di un Generale d'artiglieria dell'Esercito borbonico, sostenne gli esiliati dopo la rivoluzione siciliana del 1848.

Con l'occupazione garibaldina di Palermo, il 7 giugno 1860 fu nominato segretario di Stato (Ministro) delle Finanze del Governo Dittatoriale garibaldino.

Consigliere della Cassa di risparmio di Palermo dal novembre 1861, fu poi Presidente del Banco di Sicilia. È stato sindaco di Palermo dal 1868 al 1873. Nominato senatore del Regno nel 1873[1].

Fu presidente della Società siciliana di storia patria[2].

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Commendatore dell'Ordine della Corona d'Italia - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore dell'Ordine della Corona d'Italia

Note[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN89308925 · ISNI (EN0000 0000 6278 821X · SBN IT\ICCU\UBOV\194923 · BAV ADV11037579
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie