Diocesi di Karaganda

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Diocesi di Karaganda
Dioecesis Karagandensis
Chiesa latina
Cathedral karaganda.jpg
Suffraganea dell' arcidiocesi di Maria Santissima in Astana
Mappa della diocesi
Vescovo Adelio Dell'Oro
Vescovi emeriti Jan Paweł Lenga, M.I.C.
Sacerdoti 23 di cui 19 secolari e 4 regolari
369 battezzati per sacerdote
Religiosi 4 uomini, 34 donne
Abitanti 3.743.000
Battezzati 8.500 (0,2% del totale)
Superficie 711.208 km² in Kazakistan
Parrocchie 20
Erezione 13 aprile 1991
Rito romano
Cattedrale Nostra Signora di Fátima
Indirizzo Prospekt Šachterov 32, 100026 Karaganda, Kazakhstan
Dati dall'Annuario pontificio 2017 (ch · gc)
Chiesa cattolica in Kazakistan

La diocesi di Karaganda (in latino: Dioecesis Karagandensis) è una sede della Chiesa cattolica in Kazakistan suffraganea dell'arcidiocesi di Maria Santissima in Astana. Nel 2016 contava 8.500 battezzati su 3.743.000 abitanti. È retta dal vescovo Adelio Dell'Oro.

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

La diocesi comprende la parte centro-orientale del Kazakistan.

Sede vescovile è la città di Karaganda, dove si trova la cattedrale di Nostra Signora di Fátima, consacrata il 9 settembre 2012.[1]

Il territorio è suddiviso in 20 parrocchie.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'amministrazione apostolica del Kazakistan dei Latini fu eretta il 13 aprile 1991 con la bolla Cum propter populorum di papa Giovanni Paolo II. Originariamente l'amministrazione apostolica si estendeva al territorio di Kazakistan, Kirghizistan, Tagikistan, Turkmenistan e Uzbekistan.

Il 29 settembre 1997 cedette porzioni del suo territorio a vantaggio dell'erezione delle missioni sui iuris del Tagikistan, del Turkmenistan e dell'Uzbekistan (oggi amministrazione apostolica).

Il 22 dicembre 1997 cedette un'altra porzione di territorio a vantaggio dell'erezione della missione sui iuris del Kirghizistan (oggi amministrazione apostolica).

Il 7 luglio 1999 cedette ulteriori porzioni di territorio a vantaggio dell'erezione delle amministrazioni apostoliche di Atyrau, di Astana (oggi arcidiocesi di Maria Santissima in Astana) e di Almaty (oggi diocesi della Santissima Trinità in Almaty). Nella stessa data è stata elevata a diocesi con la bolla Ad aptius consulendum dello stesso papa Giovanni Paolo II. Originariamente era immediatamente soggetta alla Santa Sede.

Il 17 maggio 2003 è entrata a far parte della provincia ecclesiastica dell'arcidiocesi di Maria Santissima in Astana.

Il 9 settembre 2012 il cardinale Angelo Sodano, decano del Collegio cardinalizio, ha consacrato la chiesa cattedrale.

Cronotassi dei vescovi[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

La diocesi nel 2016 su una popolazione di 3.743.000 persone contava 8.500 battezzati, corrispondenti allo 0,2% del totale.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1999 64.374 3.433.300 1,9 45 27 18 1.430 19 52 64
2000 40.000 3.433.300 1,2 12 9 3 3.333 3 23 10
2001 40.000 3.433.300 1,2 14 11 3 2.857 3 22 11
2002 35.000 3.430.000 1,0 14 8 6 2.500 6 25 13
2003 40.000 3.433.300 1,2 19 15 4 2.105 4 25 13
2004 40.000 3.433.300 1,2 16 12 4 2.500 4 30 13
2005 40.000 3.433.300 1,2 17 13 4 2.352 5 29 17
2006 40.000 3.456.000 1,2 14 8 6 2.857 12 32 17
2013 31.300 3.590.000 0,9 18 13 5 1.738 6 35 19
2016 8.500 3.743.000 0,2 23 19 4 369 4 34 20

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ [1].

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Diocesi Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi