Dialetto greco cipriota

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Storia della
lingua greca

(vedi anche: Lineare B, alfabeto greco)
Substrato preellenico
Proto-greco
Miceneo (1600–1100 a.C. circa)
Greco antico (800–330 a.C. circa)
dialetti:
eolico, arcado-cipriota, attico-ionico,
dorico, nord-occidentale (eleo), lingua omerica, locrese, panfilio, siceliota

Koinè greca (330 a.C.–330 circa)
varianti:
greco giudaico

Greco medievale (330–1453)
Greco moderno (dal 1453)
questione della lingua greca
dialetti:
cappadocico, cretese, cipriota,
demotico, dialetto di Cargese, ievanico, italiota (greco-calabro, grico), katharevousa, pontico, zaconico

  • Date tratte da D. B. Wallace, Greek Grammar Beyond the Basics: An Exegetical Syntax of the New Testament, Grand Rapids, 1997, pag. 12.

Il dialetto greco cipriota è un dialetto della lingua greca moderna parlato dai greco-ciprioti a Cipro e nella diaspora greco-cipriota. Il dialetto non è l'evoluzione dell'antico dialetto arcado-cipriota, ma deriva dalla koinè bizantina [1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Joseph, Brian D.; Tserdanelis, Georgios (2003). "Modern Greek". In Roelcke, Thorsten. Variationstypologie. Ein sprachtypologisches Handbuch zu den europäischen Sprachen in Geschichte und Gegenwart / Variation Typology. A Typological Handbook of European Languages. Walter de Gruyter. p. 823

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]