Dialetti greco-italioti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Dialetti greco-italioti
Parlato inItalia
Parlato inPuglia e Calabria
Tassonomia
FilogenesiLingue indoeuropee
 Koinè greca
  Lingua greca
Statuto ufficiale
Minoritaria
riconosciuta in
Italia dalla l.n. 482/99
Codici di classificazione
Glottologapul1236 (EN)

I dialetti greco-italioti, noti anche come dialetti greci apulo-calabresi, sono due dialetti[1] della lingua greca moderna parlati in Italia dalla minoranza linguistica greca d'Italia, residuato probabilmente di una più ampia e continua area linguistica ellenofona esistita anticamente nella parte costiera della Magna Grecia. In greco tali dialetti sono chiamati Katōitaliōtika (Greco: Κατωιταλιώτικα, "Italiano meridionale").

I due dialetti sono:

Le persone che ancora parlano la lingua greca in Calabria sono probabilmente non più di 500,[7] mentre nel Salento, in Puglia, si stimano circa 10 000 parlanti.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Riconoscendo l'arbitrarietà delle definizioni, nella nomenclatura delle voci viene usato il termine "lingua" in accordo alle norme ISO 639-1, 639-2 o 639-3. Negli altri casi, viene usato il termine "dialetto".
  2. ^ F. Violi, Lessico Grecanico-Italiano-Grecanico, Apodiafàzzi, Reggio Calabria, 1997.
  3. ^ Paolo Martino, L'isola grecanica dell'Aspromonte. Aspetti sociolinguistici, 1980. Risultati di un'inchiesta del 1977
  4. ^ Filippo Violi, Storia degli studi e della letteratura popolare grecanica, C.S.E. Bova (RC), 1992.
  5. ^ Filippo Condemi, Grammatica Grecanica, Coop. Contezza, Reggio Calabria, 1987;
  6. ^ In Salento e Calabria le voci della minoranza linguistica greca | Treccani, il portale del sapere
  7. ^ Il grecanico: un po' di Grecia in Calabria, su patrimonilinguistici.it.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]