Detroit (Texas)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Detroit
town
(EN) Detroit, Texas
Localizzazione
StatoStati Uniti Stati Uniti
Stato federatoFlag of Texas.svg Texas
ConteaRed River
Territorio
Coordinate33°39′42.12″N 95°15′51.84″W / 33.6617°N 95.2644°W33.6617; -95.2644 (Detroit)Coordinate: 33°39′42.12″N 95°15′51.84″W / 33.6617°N 95.2644°W33.6617; -95.2644 (Detroit)
Altitudine147 m s.l.m.
Superficie4,1 km²
Abitanti732 (2010)
Densità178,54 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale75436
Prefisso903
Fuso orarioUTC-6
Cartografia
Mappa di localizzazione: Stati Uniti d'America
Detroit
Detroit
Detroit – Mappa

Detroit è un comune (town) degli Stati Uniti d'America della contea di Red River nello Stato del Texas. La popolazione era di 732 persone al censimento del 2010.

John Nance Garner, il 32º vicepresidente degli Stati Uniti, è nato al di fuori di Detroit, ma ha vissuto la maggior parte della sua vita a Uvalde sul bordo meridionale del Texas Hill Country.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Detroit è situata a 33°39′42″N 95°15′52″W / 33.661667°N 95.264444°W33.661667; -95.264444 (33.661703, -95.264524).[1]

Secondo lo United States Census Bureau, ha un'area totale di 1,6 miglia quadrate (4,1 km²).

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La città si è sviluppata attorno al percorso proposto dalla Texas and Pacific Railway nei primi anni del 1870[2]. Quando la ferrovia fu completata nel 1876, l'ufficio postale della vicina Starkesville fu spostato verso la città nuova, che assunse il nome di Bennett[2]. Nel 1887, J. M. Stephens, l'agente della ferrovia locale, diede alla città il nome di Detroit, in onore della sua città natale, Detroit nel Michigan[2]. Grazie alla sua posizione sulla ferrovia, la città divenne ben presto un importante centro economico e punto di spedizione per gli agricoltori dell'area[2]. Nel 1884 la popolazione raggiunse i 200 abitanti, e la città possedeva due mulini a vapore, due sgranatrici di cotone, una chiesa, e un distretto scolastico[2]. Nel 1890 la popolazione raggiunse i 750 abitanti, e la città possedeva un settimanale, il New Era, pubblicato da S. B. Norwood[2]. Due anni più tardi, due hotel e una banca erano in funzione, e la popolazione di Detroit era stimata sui 900 abitanti[2]. Nel 1910, la popolazione di Detroit raggiunse i 1.500 abitanti[2]. Negli anni successivi al 1910, la popolazione di Detroit è diminuita costantemente, raggiungendo un minimo di 425 abitanti nel 1960[2]. Poi la città ha cominciato a crescere di nuovo, con una popolazione rispettivamente di 726 abitanti e 805 abitanti nel 1970 e nel 1980[2]. Nel 1990, Detroit possedeva 706 abitanti[2].

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Secondo il censimento[3] del 2000, c'erano 776 persone.

Etnie e minoranze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Secondo il censimento del 2000, la composizione etnica della città era formata dal 78,35% di bianchi, il 16,49% di afroamericani, lo 0,64% di nativi americani, l'1,68% di altre razze, e il 2,84% di due o più etnie. Ispanici o latinos di qualunque razza erano il 2,58% della popolazione.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ US Gazetteer files: 2010, 2000, and 1990, United States Census Bureau, 12 febbraio 2011. URL consultato il 4 marzo 2017.
  2. ^ a b c d e f g h i j k DETROIT, TX, su tshaonline.org. URL consultato il 4 marzo 2017.
  3. ^ American FactFinder, United States Census Bureau. URL consultato il 4 marzo 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Texas Portale Texas: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Texas