Dario Ginefra

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Dario Ginefra
Dario Ginefra daticamera.jpg

Deputato della Repubblica Italiana
Legislature XVI, XVII
Gruppo
parlamentare
Partito Democratico
Circoscrizione XXI
Incarichi parlamentari
- Nella XVI Legislatura - Componente IX COMMISSIONE (TRASPORTI, POSTE E TELECOMUNICAZIONE)

- Nella XVII Legislatura - Componente X COMMISSIONE (ATTIVITA' PRODUTTIVE - COMMISSIONE GIURISDIZIONALE PER IL PERSONALE.

Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico Partito Democratico
Titolo di studio Laurea in Giurisprudenza
Professione Avvocato

Dario Ginefra (Bari, 16 giugno 1967) è un avvocato e politico italiano, ex membro della Camera dei deputati per due legislature.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Attività politica[modifica | modifica wikitesto]

È stato Segretario provinciale di Bari della Sinistra Giovanile nel PDS, Segretario regionale pugliese e vice responsabile nazionale Università sotto la Segreteria Zingaretti.

È stato Presidente provinciale a Bari e regionale pugliese dell’ARCI.

Della stessa Associazione è stato componente della Presidenza nazionale sotto la Presidenza Benettolo e componente del Collegio dei Probiviri della ARCS - ONG.

È stato inoltre referente regionale di ASTER-X rete di Servizi per il Terzo Settore e Componente Consulta Regionale dei Consumatori e degli utenti ex L. 12/2006.

Dopo aver ricoperto il ruolo di Responsabile del Centro regionale pugliese di iniziativa europea del P.D.S. "Mediterranea" viene eletto Segretario cittadino dei DS di Bari.

Viene eletto in Consiglio Comunale dove è Componente della Commissione Urbanistica e Presidente della Commissione per la Trasparenza del capoluogo pugliese.

Riconfermato nel 2004 viene nominato capogruppo dei DS e diviene membro del Comitato Direttivo ANCI Puglia.

Nell’aprile 2007 viene eletto Segretario provinciale dei DS di Terra di Bari e dopo la nascita del PD viene designato Segretario provinciale del PD di Terra di Bari.

Dal 14 aprile 2008 è stato Deputato della Repubblica italiana, Componente della Commissione Trasporti, Poste e Telecomunicani nella XVI legislatura e nella XVII legislatura, Componente della Commissione Attività Produttive, Componente, del Comitato INCE e del collegio giudicante di I grado per le cause di Lavoro - organo giurisdizionale della Camera (Autodichia).

Nella stessa legislatura è chiamato a svolgere il compito di Coordinatore dei parlamentari pugliesi del PD.

Primo firmatario della Proposta di Legge quadro sul Facilty Managment proposta da Anip nella XVII legislatura, ha collaborato con la stessa associazione in particolar modo per la cancellazione della tassa sul licenziamento, più nota come NASPI, nei casi di applicazione della clausola sociale per cambio appalto prevista dalla legge Fornero 92/2012. È grazie ad un suo emendamento alla Legge di Bilancio 2017 che questa è stata soppressa.

È stato componente della Direzione nazionale PD e Presidente della Fondazione "A Levante".

Nel novembre 2017 annuncia la sua iscrizione al Partito Radicale Transnazionale.[1]

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

È sposato dal 4 giugno 2016, con la deputata della Lega Laura Ravetto: a unirli in matrimonio è stato Walter Veltroni.[2]

Attività professionale[modifica | modifica wikitesto]

Oggi rientrato nei ranghi dell’avvocatura è Consulente per i rapporti giuridici e amministrativi con le istituzioni con sede a Roma del Chieam-IAMB (Mediterranean Agronomic Institute), Institutional and Legal Advisor IVI Italia e Institutional and Legal Advisor della Koni/ITT. Dal 26 marzo coordina la Task Force Covid-19 di ANIP CONFINDUSTRIA.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]