Cratere Gauss

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Cratere Gauss
Tipo Crater
Satellite naturale Luna
Gauss - LROC - WAC.JPG
I crateri Gauss.
Dati topografici
Coordinate 36°00′36″N 79°04′48″E / 36.01°N 79.08°E36.01; 79.08
Maglia LQ-06 (in scala 1:2.500.000)

LAC-28 (in scala 1:1.000.000)

Diametro 171 km
Profondità 3,6 km
Localizzazione
Cratere Gauss
Mappa topografica della Luna. Proiezione equirettangolare. Area rappresentata: 90°N-90°S; 180°W-180°E.

Gauss è un grande cratere lunare di 170,72 km situato nella parte nord-orientale della faccia visibile della Luna. Appartiene ad una categoria di formazioni lunari chiamata circhi, ovvero crateri molto grandi, con diametri che superano i 110 km. A causa della sua posizione, il cratere appare piuttosto distorto dalla prospettiva e la sua visibilità è condizionata dalla librazione lunare.

A nordest del cratere Gauss è presente il grande cratere Riemann, situato ancora più vicino all'orlo lunare, mentre a sudovest sono presenti i crateri Hahn e Berosus. Direttamente a sud è presente il cratere Seneca.

L'orlo del cratere Gauss è maggiormente definito nella metà settentrionale e le pareti interne presentano dei terrazzamenti a nordovest e appaiono curvate a nordest. La metà meridionale del bordo è maggiormente erosa.

Il fondo del cratere è piuttosto piatto, con piccoli crateri che segnano la superficie nella zona meridionale. È anche presente il piccolo cratere 'Gauss B' lungo la parete interna del bordo orientale, e 'Gauss A' che giace sull'orlo a nordest di 'Gauss B'. Il fondo è segnato anche da diversi crepacci, in particolare sui bordi orientale e nordoccidentale. L'orlo irregolare e una serie di rialzi a nord danno l'impressione di una cresta che attraversa la superficie interna da nord a sud.

Il cratere è dedicato allo scienziato tedesco Carl Friedrich Gauss.

Crateri correlati[modifica | modifica wikitesto]

Alcuni crateri minori situati in prossimità di Gauss sono convenzionalmente identificati, sulle mappe lunari, attraverso una lettera associata al nome.

Gauss Coordinate Diametro (in km)
A[1] 36°32′24″N 82°46′12″E / 36.54°N 82.77°E36.54; 82.77 (Gauss A) 20,7
B[2] 35°59′24″N 81°36′00″E / 35.99°N 81.6°E35.99; 81.6 (Gauss B) 35,46
C[3] 39°43′12″N 72°09′36″E / 39.72°N 72.16°E39.72; 72.16 (Gauss C) 30
D[4] 39°22′12″N 73°53′24″E / 39.37°N 73.89°E39.37; 73.89 (Gauss D) 25,11
E[5] 35°21′00″N 77°42′36″E / 35.35°N 77.71°E35.35; 77.71 (Gauss E) 10,45
F[6] 34°49′48″N 78°23′24″E / 34.83°N 78.39°E34.83; 78.39 (Gauss F) 18
G[7] 34°15′36″N 79°00′36″E / 34.26°N 79.01°E34.26; 79.01 (Gauss G) 18,01
H[8] 33°09′00″N 76°52′12″E / 33.15°N 76.87°E33.15; 76.87 (Gauss H) 12,13
J[9] 40°34′12″N 72°39′00″E / 40.57°N 72.65°E40.57; 72.65 (Gauss J) 15,82
W[10] 34°37′48″N 80°16′48″E / 34.63°N 80.28°E34.63; 80.28 (Gauss W) 18,5

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Gauss A, su Gazetteer of Planetary Nomenclature, United States Geological Survey. URL consultato l'11 aprile 2021.
  2. ^ (EN) Gauss B, su Gazetteer of Planetary Nomenclature, United States Geological Survey. URL consultato l'11 aprile 2021.
  3. ^ (EN) Gauss C, su Gazetteer of Planetary Nomenclature, United States Geological Survey. URL consultato l'11 aprile 2021.
  4. ^ (EN) Gauss D, su Gazetteer of Planetary Nomenclature, United States Geological Survey. URL consultato l'11 aprile 2021.
  5. ^ (EN) Gauss E, su Gazetteer of Planetary Nomenclature, United States Geological Survey. URL consultato l'11 aprile 2021.
  6. ^ (EN) Gauss F, su Gazetteer of Planetary Nomenclature, United States Geological Survey. URL consultato l'11 aprile 2021.
  7. ^ (EN) Gauss G, su Gazetteer of Planetary Nomenclature, United States Geological Survey. URL consultato l'11 aprile 2021.
  8. ^ (EN) Gauss H, su Gazetteer of Planetary Nomenclature, United States Geological Survey. URL consultato l'11 aprile 2021.
  9. ^ (EN) Gauss J, su Gazetteer of Planetary Nomenclature, United States Geological Survey. URL consultato l'11 aprile 2021.
  10. ^ (EN) Gauss W, su Gazetteer of Planetary Nomenclature, United States Geological Survey. URL consultato l'11 aprile 2021.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Sistema solare: accedi alle voci di Wikipedia sugli oggetti del Sistema solare