Cartografia della Luna

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Per la cartografia della Luna, l'Unione Astronomica Internazionale ha convenzionalmente suddiviso la superficie del satellite secondo due reticolati. Il primo, adatto ad una rappresentazione in scala 1:2.500.000, definisce 30 maglie. Il secondo, adatto ad una rappresentazione in scala 1:1.000.000, definisce 144 maglie.[1]

Alle maglie del primo reticolato è stato assegnato un codice di tipo LQ-n, a quelle del secondo uno di tipo LAC-n. In entrambi i casi, n è il sequenziale assegnato alla maglia all'interno del reticolato di riferimento. LQ è l'acronimo di Lunar Quadrangle, LAC di Lunar Astronautical Chart.

In entrambi i reticolati, le maglie circumpolari sono di forma circolare e la numerazione delle maglie avviene da nord verso sud e da ovest verso est.

Reticolato LQ[modifica | modifica wikitesto]

Schema d'insieme delle maglie del reticolato LQ.

Le dimensioni delle maglie differiscono per numero di gradi di longitudine e latitudine coperti. Per ciascuno degli emisferi nord e sud sono state definite tre fasce di maglie.

  • La prima fascia si estende tra gli 0° e i 30° N/S (rispettivamente per ciascun emisfero) ed è suddivisa in otto maglie di 45° di longitudine ciascuna.
  • La seconda si estende tra i 30° N/S e i 65° N/S ed è suddivisa in sei maglie di 60° di longitudine ciascuna. Per entrambe queste fasce si è adottato come meridiano convenzionale per l'avvio della suddivisione in maglie quello posto a 180° E, ovvero il meridiano centrale della faccia nascosta della Luna.
  • La terza fascia, che si estende oltre i 65° N/S, è composta dalla sola maglia circumpolare.


Reticolato LAC[modifica | modifica wikitesto]

Schema d'insieme delle maglie del reticolato LAC.

Tutte le maglie misurano 16° di latitudine, eccetto le due circumpolari che ne misurano 10. Le dimensioni delle maglie differiscono per numero di gradi di longitudine coperti. Per ciascuno degli emisferi nord e sud sono state definite sei fasce di maglia.

  • La prima e la seconda fascia, che si estendono rispettivamente tra gli 0° e i 16° N/S e tra i 16° N/S e i 32° N/S, sono suddivise in diciotto maglie di 20° di longitudine ciascuna.
  • La terza si estende tra i 32° N/S e i 48° N/S ed è suddivisa in quindici maglie di 24° di longitudine ciascuna.
  • La quarta si estende tra i 48° N/S e i 64° N/S ed è suddivisa in dodici maglie di 30° di longitudine ciascuna.
  • La quinta si estende tra i 64° N/S e gli 80° N/S ed è suddivisa in otto maglie di 45° di longitudine ciascuna.
  • La sesta fascia, che si estende oltre gli 80° N/S, è composta dalla sola maglia circumpolare.

Il meridiano convenzionale per l'avvio della suddivisione in maglie di ciascuna fascia è quello posto a 90° W, tranne per la terza fascia che usa quello posto a 86° W. Questa scelta fa sì che il meridiano a 10° E sia l'unico ad essere per tutte le fasce una linea di separazione tra due maglie.

44 maglie hanno ricevuto una denominazione basata su una caratteristica superficiale peculiare presente nella maglia stessa.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) 1:1 Million-Scale Maps of the Moon, IAU, 13 febbraio 2013. URL consultato il 6 gennaio 2016.
  2. ^ (EN) Lunar and Planetary Institute, Lunar Chart (LAC) Series, lpi.usra.edu. URL consultato il 6 gennaio 2016.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Sistema solare Portale Sistema solare: accedi alle voci di Wikipedia sugli oggetti del Sistema solare