Copșa Mică

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Copșa Mică
comune
Copșa Mică – Stemma
Copșa Mică – Veduta
Localizzazione
StatoRomania Romania
RegioneWappen Großfürstentum Siebenbürgen.png Transilvania
DistrettoActual Sibiu county CoA.png Sibiu
Territorio
Coordinate46°08′N 24°18′E / 46.133333°N 24.3°E46.133333; 24.3 (Copșa Mică)Coordinate: 46°08′N 24°18′E / 46.133333°N 24.3°E46.133333; 24.3 (Copșa Mică)
Superficie25,90 km²
Abitanti5 441 (2007)
Densità210,08 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale555400
Fuso orarioUTC+2
Cartografia
Mappa di localizzazione: Romania
Copșa Mică
Copșa Mică
Copșa Mică – Mappa
Posizione del comune all'interno del distretto
Sito istituzionale

Copșa Mică (in ungherese Kiskapus, in tedesco Kleinkopisch) è una città della Romania di 5.441 abitanti, ubicata nel distretto di Sibiu, nella regione storica della Transilvania.

Fa parte dell'area amministrativa anche la località di Târnăvioara.

La città aveva un triste primato, essendo considerata negli anni novanta come una delle località più inquinate d'Europa, a causa della presenza di due grandi complessi industriali spinti al massimo della produttività durante il regime comunista e sostanzialmente chiusi dopo il 1989, fatto quest'ultimo che ha portato ad una drastica riduzione della popolazione, scesa dopo la caduta del comunismo del 25% circa.

I due impianti inquinanti erano in particolare:

  • Un impianto per la produzione di particolato carbonioso destinato alla produzione di coloranti, operativo tra il 1936 ed il 1990, i cui neri depositi sono tuttora ben visibili
  • Un impianto metallurgico, la Sometra, le cui emissioni hanno contribuito ad un forte aumento delle patologie nella popolazione e ad un'aspettativa di vita per gli abitanti della città di ben nove anni inferiore a quella media della Romania.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Romania Portale Romania: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Romania